My ABEnergie

Il costo del low cost: perché la fast fashion è un problema?

29 aprile 2021FUTURO SOSTENIBILE

È appena finita la Fashion Revolution Week 2021: ne avete sentito parlare? Quest’anno, dopo otto anni dalla sua istituzione, questa giornata ha ricevuto finalmente una certa eco e un po’ dell’attenzione che merita, anche se ancora non tutti sanno di che si tratta.

In poche parole, la Fashion Revolution è un movimento che vuole puntare i riflettori sui danni che la moda fa all’ambiente in modo che tutti ne possano prendere coscienza e cambiare i propri comportamenti, a partire da noi consumatori fino alle figure più importanti dei vari brand di moda.

Il costo del low cost: perché la fast fashion è un problema?

L’impatto della moda sull’ambiente: perché ce ne dobbiamo preoccupare?

La preoccupazione legata al mondo della moda e, in particolare, a quello della fast fashion è generata dall’acquisto compulsivo di nuovi vestiti e da ciò che questo comporta: per soddisfare una domanda così elevata e – soprattutto – a prezzi così bassi, la qualità degli indumenti è necessariamente più bassa, la creazione di questi capi viene demandata all’estero in nazioni dove la manodopera è a basso costo e le norme per tutelare l'ambiente sono meno stringenti: in questo modo per produrre un capo si potrà usare un colorante meno tollerabile per la pelle perché consentito e ugualmente alcuni filtri per le acque che vengono rilasciate nei fiumi potranno non essere montati.

 

Oltre al fatto che così i lavoratori delle fabbriche tessili sono sfruttate con modalità molto simili alla schiavitù, anche per noi lontani kilometri questi fatti sono un grosso problema: se anche volessimo tralasciare l’etica (ma non vogliamo, è forse giusto sfruttare il lavoro di qualcuno per poter comprare una maglia a 3€ che metterò se va bene qualche mese?), dobbiamo fare attenzione al fatto che l’inquinamento prodotto in quei territori si riflette anche su di noi e che le condizioni create per quei lavoratori minano irrimediabilmente anche quelle dei lavoratori del nostro paese, che ne subiscono la concorrenza.

 

Certo, non vogliamo demonizzare la moda, anche perché è uno dei pilastri dell’economia italiana e ci sono moltissime aziende che rispettano gli standard etici con impegno, ma ciò che ci preme far notare è che il problema è globale perché riguarda tutta la filiera, e spesso quest’ultima è difficile da monitorare.

 

Marina Spadafora – madrina di Fashion Revolution Italia - in un’intervista su Lifegate per presentare il nuovo libro del 2020, riassume in poche parole questi concetti, illuminandoci sul concetto di moda sostenibile: «Dobbiamo inventare un metodo che rispetti Pianeta, persone e che faccia profitto, perché nessuno parla di charity. Il tessile nel mondo oggi dà lavoro a più di 300 milioni di persone, la moda a 70 milioni. Noi produciamo 156 miliardi di abiti all’anno. Bisogna fermarsi e capire come vogliamo proseguire, perché stiamo utilizzando le risorse non rinnovabili del Pianeta. Le finiamo entro luglio ormai. È come se pensassimo di avere non so quanti pianeti a disposizione ma non è così. Dobbiamo darci una regolata.»

 

Moda e ambiente: capiamo l’impatto ambientale con numeri alla mano

Moda e ambiente: capiamo l’impatto ambientale con numeri alla mano

Partiamo con i dati che fornisce il Parlamento Europeo riguardo l’intero settore del tessile:

  • Per produrre una singola maglietta vengono utilizzati 2700 litri d’acqua, quantità che sarebbe sufficiente per i bisogni di una persona per 2 anni e mezzo
  • L’impatto ambientale riguarda anche il lavaggio degli indumenti sintetici, che causa il 35% del rilascio di microplastiche primarie nell'ambiente. Un singolo lavaggio in lavatrice di abbigliamento in poliestere può comportare il rilascio di 700.000 fibre di microplastica, che poi possono finire nella catena alimentare e, di conseguenza, nel nostro piatto

Anche il programma ambientale delle Nazioni Unite (UNEP) evidenzia dei dati che, purtroppo, sono tutt’altro che rincuoranti:

  • L’industria della moda è responsabile per il 20% dello spreco d’acqua a livello globale
  • Genera il 10% delle emissioni mondiali di anidride carbonica

Ma qualcosa sta iniziando a cambiare: anche grazie allo stimolo del Green Deal e, in generale, dando seguito alla nuova grande attenzione per il clima, a febbraio 2021 il Parlamento europeo ha votato per il nuovo piano d’azione per l’economia circolare, chiedendo misure aggiuntive per raggiungere un’economia a zero emissioni di carbonio, sostenibile dal punto di vista ambientale, libera dalle sostanze tossiche e completamente circolare entro il 2050, includendo norme più severe sul riciclo e obiettivi vincolanti per il 2030 sull’uso e l’impronta ecologica dei materiali.

Molto rilevanti per questo settore sono le nuove misure richieste contro la dispersione delle microfibre nell'ambiente e standard più severi per il consumo dell’acqua.

 

Scopri a che punto è la moda sostenibile

Il ruolo della Fashion Revolution: cosa stanno facendo per rendere la moda sostenibile?

Il ruolo della Fashion Revolution: cosa stanno facendo per rendere la moda sostenibile?

Il tema di quest’anno è «Rights, Relationships and Revolution» (cioè diritti, relazioni e rivoluzione): ciò che si vuole evidenziare in questa edizione è che i diritti umani e quelli della natura sono connessi e interdipendenti, perciò non possiamo fare a meno di agire per garantire a noi stessi un ambiente di vita sano e, quindi, un pianeta sano.

La sollecitazione è ovviamente verso ciascuno di noi, ma come recita il manifesto della Fashion Revolution 2021, è necessario che i brand della moda cambino i rapporti tra loro, sostituendo la concorrenza con la collaborazione per risolvere le grandi sfide che il settore deve affrontare, ma anche verso i propri fornitori, in modo che i diritti delle persone e i diritti della natura siano rispettati lungo tutta la filiera.

È proprio qui, come dicevamo all’inizio, che si trovano i nodi principali: solo tramite la trasparenza dell’intera filiera possiamo capire se quello che indossiamo è davvero sostenibile e etico; più l’indagine lungo la catena produttiva arriva in profondità, più infatti possiamo vedere in quali condizioni lavorano le persone coinvolte.

 

Lo scopo delle manifestazioni di quest’anno, come sempre del resto, è generare maggiore divulgazione, portando così a una consapevolezza diffusa e fare così in modo che i marchi riconoscano le loro responsabilità. E tu, hai mai pensato a come poter agire?

 

Il covid ha cambiato anche l’industria della moda

Sostenibilità e nuovi brand per ripartire

Moda sostenibile

Articoli correlati

Vacanze sicure covid free tra Green Pass e buone idee Non vedi l’ora di andare in vacanza ma non sai ancora bene come si usa il green pass? Scopri con noi come fare delle vacanze sicure in Italia 29 luglio 2021FUTURO SOSTENIBILE Come eliminare la plastica dalla nostra vita e dalla nostra casa Da dove iniziare per eliminare la plastica? La Plastic Free July Challenge è solo a metà ma abbiamo raccolto tantissime idee per ridurre la plastica 15 luglio 2021FUTURO SOSTENIBILE Arredamento ecosostenibile per una casa green: da dove iniziare Come rendere sempre più sostenibili le nostre case? Non solo riducendo gli sprechi, ma anche scegliendo un arredamento ecosostenibile. Non sai di che si tratta? Scoprilo con noi 17 giugno 2021FUTURO SOSTENIBILE Lo smart working in futuro resterà nelle nostre abitudini? Nel mondo del lavoro lo smart working sta cambiando tutte le abitudini, ma è destinato a restare o ne faremo a meno? Riflettiamo sul futuro dello smart working 3 giugno 2021FUTURO SOSTENIBILE Riscoprire la natura con attività da fare all'aperto per bambini Finalmente è possibile fare qualche attività all’aperto: portiamo i nostri bambini a conoscere la natura da vicino. Ecco le nostre idee di giochi per bambini all’aperto 20 maggio 2021FUTURO SOSTENIBILE Il Ministero della Transizione ecologica alla prova del Recovery Plan Da pochi giorni l’Italia ha presentato all’Europa il suo Recovery Plan: cosa contiene per la parte dedicata alla Transizione ecologica? Scopriamolo insieme 13 maggio 2021FUTURO SOSTENIBILE Nuovi giochi e attività per bambini da fare in casa sulla natura Trovare dei giochi e dei passatempi da fare in casa coi vostri bambini è ormai faccenda quotidiana: ma avete già provato con questi lavoretti creativi? 8 aprile 2021FUTURO SOSTENIBILE Capire il mondo per immagini: il World Press Photo 2021 Dal concorso di fotografia forse più famoso al mondo possiamo capire come va il pianeta oltre i nostri confini tramite le immagini, in una sola occhiata 11 marzo 2021FUTURO SOSTENIBILE Come risparmiare sulla spesa in maniera intelligente Come risparmiare sulla spesa: tanti consigli utili per rimanere dentro il budget mensile senza rinunciare alla qualità 25 febbraio 2021FUTURO SOSTENIBILE Cos'è questo Ministero della Transizione ecologica di cui tutti parlano La nascita del Ministero della Transizione ecologica è la novità di questo nuovo governo: di che si tratta? E di cosa auspichiamo che si occupi? Scoprilo con noi 18 febbraio 2021FUTURO SOSTENIBILE Come conservare più a lungo i cibi ed evitarne lo spreco Conservare il cibo non è sempre così semplice e troppo spesso si finisce per buttarlo: impara con noi a evitare lo spreco di cibo con poche nuove abitudini 11 febbraio 2021FUTURO SOSTENIBILE 10 buoni propositi green per il nuovo anno per salvare il pianeta 10 piccoli passi per prenderci cura dell’ambiente come di noi stessi: ecco i nostri buoni propositi per il nuovo anno da mettere in atto per salvare il pianeta 30 dicembre 2020FUTURO SOSTENIBILE Riciclo creativo con i bambini: tante idee per lavoretti carini Bastano pochi strumenti e tanta fantasia per fare i lavoretti di riciclo creativo con i nostri bambini, in modo da educarli con il gioco a rispettare l’ambiente 19 novembre 2020FUTURO SOSTENIBILE Come è cambiata la mobilità sostenibile grazie al bonus mobilità Monopattini e bici elettriche stanno invadendo le nostre città grazie al bonus mobilità: come sta cambiando il nostro modo di muoverci? Scoprilo con noi 15 ottobre 2020FUTURO SOSTENIBILE Lavorare in smart working dopo l'emergenza coronavirus Lavorare in smart working durante il lockdown è stata una necessità, ma adesso può trasformarsi in un’occasione: come cambierà il mondo del lavoro dopo l’emergenza? 1 ottobre 2020FUTURO SOSTENIBILE Zero Waste, cioè vivere senza rifiuti: comincia a piccoli passi Conosci già la filosofia zero waste? Significa vivere senza produrre rifiuti, o il meno possibile. Scopri con noi cosa puoi fare anche tu per limitare gli sprechi 24 settembre 2020FUTURO SOSTENIBILE Ritorno a scuola dopo il Covid: imparare a rispettare l'ambiente Il ritorno a scuola dopo il covid sarà particolare: tanto entusiasmo ma anche nuove riflessioni, magari studiando già a scuola come imparare a rispettare l’ambiente 3 settembre 2020FUTURO SOSTENIBILE L'economia circolare spiegata in modo semplice secondo noi Senti sempre più spesso parlare di economia circolare ma non sai bene di che si tratta? Ci pensiamo noi: leggi il nostro post che spiega i principi base dell’economia circolare 13 agosto 2020FUTURO SOSTENIBILE Le città del futuro: sempre più spazio al verde e alle bici Come saranno le città del futuro? Tra spazi verdi, mobilità sostenibile e nuove idee smart, le città di domani saranno sempre più a misura d’uomo e ambiente 30 luglio 2020FUTURO SOSTENIBILE Scopri la natura che cambia con 3 lavoretti per bambini in estate I tuoi bambini sono a casa da scuola e non sai come impiegare il loro tempo libero? Aiutali a scoprire la natura che cambia con dei lavoretti per bambini creativi 2 luglio 2020FUTURO SOSTENIBILE Sostenibilità e nuovi brand: il mondo della moda riparte dall'eco-fashion In questo momento di crisi stanno nascendo e trasformando tanti nuovi brand di moda sostenibile: scopri con noi perché il mondo del fashion deve ripartire da qui 28 maggio 2020FUTURO SOSTENIBILE 6 Giochi per bambini sulla natura da fare in casa insieme Facciamo scoprire ai nostri bimbi la natura portandola direttamente in casa: scopri i nostri giochi sulla natura per bambini e mettili in pratica in questi giorni 7 maggio 2020FUTURO SOSTENIBILE La bioplastica ci aiuterà davvero a salvaguardare l'ambiente? Cos’è la bioplastica? Può essere davvero questo il mezzo per eliminare la plastica monouso dal nostro ambiente? Scopri con noi la storia di un’azienda che la produce 16 aprile 2020FUTURO SOSTENIBILE 4 esperimenti per bambini da fare in casa e scoprire insieme la natura I tuoi bambini sono a casa da scuola e si annoiano? Ti suggeriamo noi quattro esperimenti per bambini da fare in casa, divertenti e sicuri 9 aprile 2020FUTURO SOSTENIBILE Lisbona capitale verde europea: spazi verdi, mobilità sostenibile Lisbona nel 2020 è la capitale verde europea: scopri questa bellissima città portoghese e perché è diventata capitale green, tra mobilità sostenibile e verde pubblico 19 marzo 2020FUTURO SOSTENIBILE Smart Working: scelta sostenibile per noi e il pianeta Lo smart working è una grande opportunità per lavoratori e aziende ma anche per l’ambiente: scopri con noi gli effetti positivi sull'inquinamento o lo smog 12 marzo 2020FUTURO SOSTENIBILE Moda sostenibile: è possibile? A che punto siamo in fatto di moda e sostenibilità A che punto siamo con la moda sostenibile? Dalla “Carta per la Sostenibilità della Moda” alle azioni dei singoli brand, scopriamo quali passi sono stati fatti 29 gennaio 2020FUTURO SOSTENIBILE Dove andare a Natale: 5 mete ecosostenibili Stai pensando dove passare questo Natale? Ecco 5 mete in tutta Italia per scoprire che una vacanza ecologica non è affatto una vacanza noiosa 20 dicembre 2019FUTURO SOSTENIBILE Green marketing o greenwashing? Quando le aziende si tingono di verde Le aziende credono veramente nella rivoluzione verde? L’attenzione alle tematiche green ha anche un volto nascosto insidioso, quello del greenwashing 20 novembre 2019FUTURO SOSTENIBILE Stop alla plastica monouso: manca poco al 2021, a che punto siamo? L’Unione Europea dal 2021 metterà al bando la plastica monouso: come si sta procedendo in Italia? Quali sono le alternative valide? 6 novembre 2019FUTURO SOSTENIBILE
LEGGI TUTTI