My ABEnergie

La raccolta differenziata in Italia e lo sviluppo sostenibile: siamo un’economia davvero circolare?

6 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE

Com’è la situazione della raccolta differenziata in Italia? Siamo vicini a raggiungere l’obiettivo di sviluppo sostenibile fissato per il 2030 oppure no? Già, perché dobbiamo ricordarci che la raccolta differenziata è il primo passo che dà il via a un’intera filiera di riciclo e riuso, nonché una tappa imprescindibile delle materie prime nei processi di economia circolare: per questo smaltire correttamente i rifiuti è fondamentale per uno sviluppo economico sostenibile.

 

L’ultimo rapporto sui rifiuti urbani dell’Ispra ci dice che, per la prima volta, a fronte di maggiori consumi nel 2019 abbiamo prodotto meno rifiuti, ma rimane troppo alto il ricorso alle discariche, dove i rifiuti perdono il loro valore perché non più riutilizzabili. Vediamo insieme a che punto siamo, cercando di fare insieme qualche riflessione per capire come dare il nostro contributo.

Come va la raccolta differenziata in Italia?

Il rapporto rifiuti urbani dell’ISPRA: aumenta la differenziata, ma c’è ancora molto da fare

30 milioni di tonnellate di rifiuti: ecco quanto spazzatura abbiamo prodotto nel 2019 in Italia; certo, il numero è ancora impressionante, ma la buona notizia è che questo dato è in lieve calo rispetto al 2018, segnando un – 0,3%, cioè 80mila tonnellate in meno di scarti.

Fotografa con precisione la situazione il Rapporto rifiuti urbani 2020 redatto dall’ISPRA - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale che, come ogni anno, ci aiuta a riflettere sull’esito degli sforzi compiuti per ridurre i rifiuti:

  • Ognuno di noi, nel 2019, ha prodotto circa 500kg di rifiuti, con il Centro Italia come zona dove la produzione di rifiuti è maggiore (548 kg per abitante) e il Sud dove è minore (445kg p.a.)
  • Se a livello regionale spicca l’Emilia-Romagna per maggior quantità di rifiuti (663kg p.a.), l’ISPRA evidenzia invece come nota positiva che in ben 13 regioni è calata la produzione dei rifiuti, specialmente in Molise (-4,5%), Sicilia (-2,6%) e Calabria (-2,3%)
  • Un altro dato interessante è quello che vede finalmente la produzione dei rifiuti sganciarsi dagli indicatori economici: in altre parole, mentre nel 2019 il PIL e i consumi crescevano (del 0,3% e 0,6%), la produzione dei rifiuti calava (-0,3%), dimostrando che è possibile evitare di produrre spazzatura anche con un’economia in crescita

 

Anche la raccolta differenziata nel 2019 è migliorata

 

Anche la raccolta differenziata nel 2019 è migliorata:

  • La differenziata è aumentata del 3,1% nel 2019 rispetto l’anno precedente, coprendo il 61,3% della produzione di rifiuti di tutta Italia. Guardando al lungo periodo, vediamo che dal 2008 la raccolta differenziata è raddoppiata, passando da circa 9,9 milioni di tonnellate a 18,5 milioni di tonnellate
  • Altra ottima notizia è il fatto che il Sud supera per la prima volta il 50% di raccolta differenziata, continuando a registrare il trend di crescita degli ultimi anni, con un aumento del 4,5%. Registriamo i maggiori incrementi in Molise (+12%) e Sicilia (+9%), seguite dalla Sardegna (+6,3%), dalla Puglia (+5,2%) e dall’Abruzzo (+ 3,1%)
  • Rispetto l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata fissato nel 2012 dalla normativa, lo superano ben 8 regioni: Veneto (74,7%), Sardegna (73,3%), Trentino-Alto Adige (73,1%), Lombardia (72%), Emilia-Romagna (70,6%), Marche (70,3%), Friuli-Venezia Giulia (67,2%) e Umbria (66,1%)
  • È interessante anche sapere che ben il 50% dei rifiuti raccolti tramite la differenziata è inviato agli impianti di recupero, riguardando le frazioni di organico, carta, vetro, metallo, plastica e legno
  • Tuttavia, il 18% dei rifiuti urbani prodotti è incenerito (oltre 5,5 milioni di tonnellate), con un aumento dell’1,4% rispetto al 2018. Dei 37 impianti operativi, il 70,3% si trova al Nord, con prevalenza in Lombardia e in Emilia-Romagna

Come mai questo divario così evidente tra Nord e Sud Italia, anche se in via di diminuzione? The Post Internazionale prova a spiegarlo evidenziando come alcuni aspetti sul grado di soddisfazione sembrano influire sul comportamento delle persone: nelle regioni che differenziano di più c’è maggiore soddisfazione sull’orario di ritiro, maggiore certezza che i rifiuti vengano poi riciclati e maggiore apprezzamento dell’informazione e assistenza ricevute. Come dire, altrimenti, che più i cittadini si sentono coinvolti e vedono gli effettivi risultati, più saranno disposti a fare lo sforzo della differenziazione.

 

Proviamo ad approfondire

Quali sono i vantaggi della raccolta differenziata?

 

Ma quindi, stiamo raggiungendo gli obiettivi di sviluppo sostenibile?

A livello europeo, secondo i dati presentati nel Rapporto ASviS 2020 “L’Italia e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile”, l’Italia si colloca al secondo posto dopo l’Olanda nel perseguire gli obiettivi del Goal 12, cioè quello dedicato a sostenibilità di produzione e consumo.

 

Il Rapporto, presentato l’8 ottobre in occasione dell’evento di chiusura del Festival dello Sviluppo Sostenibile, è stilato annualmente per valutare i progressi rispetto ai 17 Goal dell’Agenda 2030 e per quest’anno evidenzia ottimi progressi:

  • l’indicatore composito relativo al Goal 12 è aumentato significativamente tra il 2010 e il 2019 grazie al miglioramento di tutti gli indicatori elementari
  • progressi importanti riguardano l’indice di circolarità della materia e la percentuale di riciclo dei rifiuti, che con un valore di 49,8% si avvicina al target europeo per il 2020 (50%)
  • in più, il consumo materiale interno per unità di Pil è in costante diminuzione (-27,5% rispetto al 2010)

Dobbiamo anche pensare che nel 2020 a causa della grave diminuzione del PIL dovuto alla pandemia, si è verificato un decremento della produzione di rifiuti urbani, il che molto probabilmente determinerà un miglioramento dell’indicatore riferito a questo Goal nella misurazione del prossimo anno.

 

In sostanza, quindi, possiamo dire che sì, rispetto la produzione dei rifiuti e la loro immissione nel ciclo di utilizzo, l’Italia si sta avvicinando agli obiettivi dell’agenda 2030: per questo continua a essere fondamentale l’impegno e la costanza di tutti nelle piccole azioni quotidiane, avendo la consapevolezza positiva del risultato che tutti insieme stiamo ottenendo.

 

Sai già cos’è l’Agenda 2030? Scoprilo con noi

Economia circolare Italia Riuso

Articoli correlati

Libri da leggere in vacanza 2021: i nostri suggerimenti di lettura a tema ambientale Come trovare un bel libro da leggere in vacanza? Ovviamente sbriciando tra i nostri suggerimenti di libri a tema sostenibilità! 22 luglio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze sostenibili: cos'è il turismo responsabile? Tutti in vacanza quest’estate? Sì, ma scegliendo un turismo responsabile. Se non sai ancora di che si tratta, scoprilo con noi 24 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE Cos'è lo scioglimento dei ghiacciai e cosa comporta Lo scioglimento dei ghiacciai è un fenomeno che sembra ormai inarrestabile: cosa succederà? Siamo ancora in tempo per agire contro il riscaldamento globale? 10 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE L'importanza delle api: perché sono fondamentali per il nostro ecosistema Le api sono importanti per il nostro ecosistema: in poche parole, garantiscono la biodiversità e l’esistenza di intere coltivazioni, per non parlare del miele! 27 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della Terra: qualche consiglio per festeggiarla con noi Come sta il nostro pianeta? Da questa riflessione è nata la Giornata della Terra, il momento giusto per impegnarsi in qualche piccolo cambiamento a favore dell’ambiente 22 aprile 2021IL NOSTRO AMBIENTE Foreste gestite in maniera sostenibile: scopri la certificazione PEFC Foreste gestite in maniera intelligente e lungimirante, capaci anche di portare benefici economici al territorio: ecco cosa tratta la certificazione PEFC 4 marzo 2021IL NOSTRO AMBIENTE La lunga storia del dissesto idrogeologico in Italia forse è al capitolo finale Il dissesto idrogeologico in Italia sta per diventare un brutto ricordo: grazie ai fondi europei la programmazione delle opere necessarie diventerà presto realtà 4 febbraio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Una buona notizia per l'ambiente: nel 2020 emissioni in calo, anche se a causa del Covid L’ISPRA certifica quello che tutti pensavamo: il Covid-19 ha portato a una riduzione delle emissioni, ma sarà sufficiente? Scoprilo con noi 7 gennaio 2021IL NOSTRO AMBIENTE I 5 libri sull'ambiente per regali di Natale dell'ultimo momento I libri sono un ottimo regalo di Natale, prova a stupire i tuoi amici con un libro sull’ambiente che li aiuterà a comprendere un tema sempre più attuale 23 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della montagna 2020: culla fondamentale di biodiversità L’11 dicembre di ogni anno celebriamo la giornata della montagna, per ricordarci ogni volta della sua importanza, sia per l’ecosistema che per l’uomo 10 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il cambiamento climatico è reale? Attenzione alla disinformazione Il cambiamento climatico è reale? In troppi ancora pensano che non esista, negando i cambiamenti che ormai vediamo. Scopriamo insieme cosa sta succedendo 26 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il giornalismo ambientale è sempre più importante: nasce un nuovo Festival a Roma Ambiente e sostenibilità sono due temi sempre più importanti e così lo è anche informarsi correttamente: ecco perché nasce il Festival del giornalismo ambientale 12 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come funziona la compensazione CO2? A cosa serve? È sostenibile? Sai cosa sono compensazione della CO2 e carbon credit? Oggi alcune aziende sono sempre più coscienti dell’impatto che hanno sull'ambiente e provano a farsene carico 8 ottobre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come prosegue la riduzione di emissioni di CO2 dopo il Coronavirus Nel periodo della quarantena c’è stata una forte riduzione delle emissioni di CO2 sia in Italia che all'estero, ma com'è la situazione adesso? Scoprilo con noi 17 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Cosa succede alla foresta amazzonica: record di incendi Cosa sta succedendo alla foresta amazzonica? Come mai continua a bruciare e cosa possiamo fare per intervenire? Scopri con noi cosa succede in Brasile 10 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE La biodiversità in Italia: un territorio ricchissimo La biodiversità in Italia è un patrimonio prezioso: tra fiumi, il Mar Mediterraneo, Alpi e Appennini, il nostro è un territorio ricco di specie animali e vegetali 27 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE Rispettare il mare: 10 comportamenti pratici in spiaggia Per continuare a godersi le giornate in spiaggia è importante rispettare il mare: segui i nostri suggerimenti per lasciare il mare pulito come l’hai trovato 6 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE 5 libri da leggere quest'estate sull'ambiente per tutti i gusti D’estate è bello leggere quei libri che durante l’anno hai dovuto accantonare: recupera il tempo perso con i nostri libri consigliati per l’estate a tema ambiente 23 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 3 hotel ecosostenibili in Italia per sfruttare il bonus vacanze Stai programmando un weekend estivo e non sai dove andare? Prova una nuova esperienza e scegli uno degli hotel ecosostenibili in Italia 9 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze ecosostenibili in Italia in bici anche con i bambini Sai già dove andare in vacanza ad agosto o a settembre? Ci pensiamo noi a suggerirti delle mete per vacanze ecosostenibili, meglio se in bicicletta 25 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata mondiale degli oceani: perché ce ne dobbiamo occupare? Celebrare la Giornata mondiale degli oceani significa fare il punto della situazione del loro inquinamento e capire come prendercene cura sempre meglio 11 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Energie rinnovabili e non rinnovabili: differenze e vantaggi Quali sono le differenze tra energie rinnovabili e non rinnovabili? Scopri con noi quali vantaggi offrono le fonti rinnovabili e perché preferirle 4 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Batteri mangia plastica: ci sono novità sul riciclo della plastica Un nuovo studio ci parla di batteri che mangiano le plastiche più inquinanti: in realtà non è il primo caso, a che punto siamo in questi studi? 30 aprile 2020IL NOSTRO AMBIENTE L'Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente Il Green Deal è stato approvato: e ora? L’Italia e gli altri paesi europei come faranno fruttare i fondi ricevuti? Scopriamo insieme le prime mosse da fare 26 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Riforestazione: notizie positive sul fronte del riscaldamento globale Come possiamo combattere il riscaldamento globale? Agendo sull'altro piatto della bilancia, con progetti di riforestazione che si rincorrono in tutto il mondo 4 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Green Deal europeo: il 2020 inizia con il patto per il clima dell’Unione Europea Con il Green Deal l’Europa diventerà il primo continente a impatto zero entro il 2050 grazie a un fondo da 100 miliardi di euro per favorire una transizione equa 22 gennaio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 4 libri da leggere a Natale (o in vacanza sulla neve) sulla sostenibilità A Natale è bello leggere un libro guardando la neve che cade…ma quali libri leggere? Scopri il nostro personale elenco di libri sulla sostenibilità perfetti per Natale 26 dicembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE Educare al rispetto dell’ambiente i bambini in modo semplice e divertente Educare i bambini al rispetto dell’ambiente è nostro compito: basta insegnare poche azioni quotidiane per fare la differenza, scopri con noi come fare 27 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile Cos’è l’agenda 2030? Scopri con ABenergie quali sono gli obiettivi proposti dall’ONU, e che cosa sta facendo l’Italia a riguardo 6 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE
LEGGI TUTTI