My ABEnergie

Riforestazione: notizie positive sul fronte del riscaldamento globale

4 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE

Quando parliamo di cambiamento climatico e riscaldamento globale subito il pensiero corre agli effetti negativi di questi fenomeni; certo, ce n’è motivo data, ad esempio, la desertificazione avanzante e le emergenze legate al clima che si susseguono una dopo l’altra, dagli uragani che colpiscono le Americhe ormai ogni estate fino agli incendi che ancora oggi stanno devastando l’Australia.

Per non rischiare di eccedere in un catastrofismo inutile – e dannoso, perché ci spinge a non agire – vogliamo concentrarci invece sulle notizie positive, raccontando di quei progetti che stanno già avendo successo, uno su tutti quello della riforestazione. Si tratta di combattere «a colpi di albero» la deforestazione che sta colpendo le zone più secche del nostro pianeta, a cominciare dall’area del Sahel in Africa (ai margini del Sahara), dai rischi che sta correndo l’Amazzonia per poi parlare anche della nostra Italia, scoprendo che già in molti si stanno dando da fare a riguardo.

Riforestazione buone notizie sul riscaldamento globale

Riforestazione nel mondo: Africa in primo piano

La situazione che racconta l’ONU per illustrare l’obiettivo 15 dell’agenda 2030 sulla biodiversità non è delle più rosee: le foreste coprono il 30,7% della superficie terrestre ma, attualmente, 13 milioni di ettari di foreste vengono persi ogni anno, mentre il degrado persistente delle zone aride ha portato alla desertificazione di 3,6 miliardi di ettari.

 

 

La deforestazione e la desertificazione causate dalle attività umane e dal cambiamento climatico pongono grandi sfide allo sviluppo sostenibile e hanno inciso sulla vita e sul sostentamento di milioni di persone nella lotta contro la povertà.

 

4 miliardi di alberi per risanare l’Etiopia

L’Etiopia, questa estate, ha annunciato un importante progetto di riforestazione. L’obiettivo è piantare circa 40 alberi per ogni abitante del Paese, che conta oltre cento milioni di abitanti: parliamo quindi di 4 miliardi di alberi. Per sostenere il costo di questa operazione – che si aggira su 550 milioni di dollari - il primo ministro etiope Abiy Ahmed Ali ha organizzato una cena di gala raccogliendo circa 170mila $ donati da ciascuno dei circa 300 partecipanti, in maggioranza uomini d’affari di Addis Abeba, per un totale di circa 50milioni di dollari; l’intento è quello di raccogliere fondi all’interno dell’Etiopia, senza doversi appoggiare ad aiuti dall’estero.

La grande muraglia verde per il Sahel

Il progetto della Great Green Wall nasce dalla volontà dell’Unione Africana di dare finalmente una risposta alla desertificazione di una regione tra le più povere del mondo, il Sahel. Si tratta di quella fascia compresa tra il deserto del Sahara e la savana del Sudan che forma quasi una cintura che abbraccia tutta l’Africa: l’obiettivo è trasformarla in una grande muraglia, appunto, ripristinando il verde e, di conseguenza, consentendo alla popolazione di sostenersi, di avere condizioni di vita migliori e non essere costrette a migrare. Dopo più di 10 anni di lavoro, è stato piantato circa il 15% della muraglia, generando posti di lavoro in tutti gli stati afferenti: ad esempio, il Senegal ha piantato 12 milioni di alberi e in Nigeria sono stati creati 20mila posti di lavoro.

Progetti di riforestazione in Italia

Progetti di riforestazione in Italia: cosa succede in casa nostra?

La tempesta dell’ottobre 2018 che si è abbattuta su Veneto e Trentino, sradicando oltre 14milioni di alberi – comprese le foreste del pregiatissimo abete rosso - distruggendo 45mila ettari di foresta, è stato un avvenimento talmente grave che lo ricordiamo tutti perfettamente, come fosse accaduto ieri. Le notizie di aria inquinata e smog ben oltre i livelli di guardia delle città si rincorrono ormai ciclicamente ogni inverno.

Insomma, anche qui c’è molto da fare: ecco qualche progetto virtuoso da ri-scoprire.

  1. Ancora Natura di ReteClima: si tratta di un progetto dedicato propria alla riforestazione dei terreni devastati dalla tempesta Vaia, di cui parlavamo sopra. Il progetto nasce dall’alleanza tra ReteClima e PEFC (il Programme for Endorsement of Forest Certification è un’organizzazione internazionale non governativa istituita nel 1998 per promuovere la gestione sostenibile delle foreste) per ricreare le foreste che saranno gestite in maniera sostenibile: tutti potranno donare, dai privati alle aziende che si potranno fregiare dell’etichetta di sostenitori
  2. Reforest Matera: questo progetto è nato nel 2019, l’anno in cui Matera è stata capitale europea della cultura, a partire dall’ispirazione di Pietro Franco, un giovane trentenne dottorato in Biologia Marina, che aveva lasciato Matera per cercare condizioni migliori altrove. Lo stesso background unisce il gruppo di ragazzi che con lui hanno creato l’associazione Roccia Viva: insieme vogliono recuperare la loro identità creandosi quell’opportunità che cercavano altrove, ripartendo dalla terra. Così hanno lanciato una campagna di crowdfunding per sostenere il progetto pilota dell’associazione, la riforestazione di un terreno di 5 ettari alle porte di Matera
  3. ForestaMi: piantare 3 milioni di nuovi alberi entro il 2030, ecco la sfida che il Comune di Milano ha fatto sua con il progetto ForestaMi, anche in questo caso su stimolo dell’agenda 2030. Responsabile scientifico è niente meno che l’archistar Stefano Boeri (sì, quello del Bosco Verticale), promotore di un nuovo modo di pensare l’architettura urbana, che deve includere il verde già nella progettualità e non pensarla come scenografia ai margini della città.

Anche noi di ABenergie siamo orgogliosi di prendere parte alla riforestazione con Penso in Verde, il nostro progetto dedicato all’Italia, reso possibile dalla collaborazione con Rete Clima: sono piccoli passi rispetto questi grandi progetti nazionali e internazionali, ma siamo convinti che il poco di tutti possa significare un grande impegno collettivo.

 

Scopri il progetto Penso in Verde

Aiutaci a renderlo possibile

Italia

Articoli correlati

Vacanze ecosostenibili in Italia in bici anche con i bambini Sai già dove andare in vacanza ad agosto o a settembre? Ci pensiamo noi a suggerirti delle mete per vacanze ecosostenibili, meglio se in bicicletta 25 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata mondiale degli oceani: perché ce ne dobbiamo occupare? Celebrare la Giornata mondiale degli oceani significa fare il punto della situazione del loro inquinamento e capire come prendercene cura sempre meglio 11 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Energie rinnovabili e non rinnovabili: differenze e vantaggi Quali sono le differenze tra energie rinnovabili e non rinnovabili? Scopri con noi quali vantaggi offrono le fonti rinnovabili e perché preferirle 4 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Batteri mangia plastica: ci sono novità sul riciclo della plastica Un nuovo studio ci parla di batteri che mangiano le plastiche più inquinanti: in realtà non è il primo caso, a che punto siamo in questi studi? 30 aprile 2020IL NOSTRO AMBIENTE L'Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente Il Green Deal è stato approvato: e ora? L’Italia e gli altri paesi europei come faranno fruttare i fondi ricevuti? Scopriamo insieme le prime mosse da fare 26 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Green Deal europeo: il 2020 inizia con il patto per il clima dell’Unione Europea Con il Green Deal l’Europa diventerà il primo continente a impatto zero entro il 2050 grazie a un fondo da 100 miliardi di euro per favorire una transizione equa 22 gennaio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 4 libri da leggere a Natale (o in vacanza sulla neve) sulla sostenibilità A Natale è bello leggere un libro guardando la neve che cade…ma quali libri leggere? Scopri il nostro personale elenco di libri sulla sostenibilità perfetti per Natale 26 dicembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE Educare al rispetto dell’ambiente i bambini in modo semplice e divertente Educare i bambini al rispetto dell’ambiente è nostro compito: basta insegnare poche azioni quotidiane per fare la differenza, scopri con noi come fare 27 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile Cos’è l’agenda 2030? Scopri con ABenergie quali sono gli obiettivi proposti dall’ONU, e che cosa sta facendo l’Italia a riguardo 6 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE
LEGGI TUTTI