My ABEnergie

Il cambiamento climatico è reale? Attenzione alla disinformazione

26 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE

«Il cambiamento climatico non esiste»: ancora oggi, purtroppo, sentiamo ripetere queste parole fin troppo spesso. Tra chi pensa che sia tutto un complotto, chi crede di saperla più lunga degli scienziati o chi, semplicemente, cerca di fare i propri interessi, ci ritroviamo con web e social media pieni di teorie negazioniste. Ma perché resistono i negazionisti del clima? Perché tantissime persone si chiedono se il cambiamento climatico sia reale o meno? Anzi che mostrare le conseguenze del cambiamento climatico – come spesso abbiamo fatto – questa volta vogliamo invece riflettere insieme a voi per evidenziare che quanto affermano scienziati e istituzioni è fondato su basi solide, anzi, e come proteggersi dalle informazioni false che girano online.

Il cambiamento climatico è reale

Le fake news tra frasi decontestualizzate e teorie inventate deliberatamente

Ricordate la scorsa primavera-estate quando, per qualche settimana, le temperature sono state più rigide del solito? In tanti, da personaggi dello spettacolo a uomini politici, sono stati pronti a dire che il cambiamento climatico non esisteva e quel raffreddamento ne era la prova; e così tutte le volte che le temperature si discostano un poco dalle medie stagionali.

Anche la drammatica vicenda degli incendi in Australia è stata strumentalizzata per negare il cambiamento climatico, cercando di derubricarla a «un’epidemia di piromani».

 

Non tutti i negazionisti, però, sono uguali: c’è chi fa tentativi grossolani di manipolare i fatti attribuendogli interpretazioni arbitrarie, chi elabora teorie improbabili – pensiamo alle scie chimiche tra tutte – e chi, più sottilmente, prende un unico aspetto negativo o contradditorio di fenomeno osservato e lo usa per screditarlo interamente.

 

La difficoltà nell'opporsi a queste dicerie è che per contro argomentare bisogna aver approfondito lo studio del cambiamento climatico e non molte persone hanno il tempo necessario per farlo. Anche quando, però, vengono opposte prove scientifiche, queste finiscono col rappresentare una sorta di minaccia verso il negazionista, che ritiene di saperne di più e sopravvaluta le proprie competenze di «buon senso» e «uomo della strada» rafforzando paradossalmente i suoi pregiudizi antiscientifici.

 

Leggi anche del record di incendi nella foresta Amazzonica

 

Perché le fake news sul clima hanno così largo successo

Perché le fake news sul clima hanno così largo successo

Le teorie negazioniste si diffondono in maniera capillare, purtroppo, grazie ai media e trovano terreno fertile nella convenienza di alcuni, diventando così tematica di discussione pubblica. Inizialmente la congettura negazionista è condivisa soltanto da un piccolo gruppo, ma una volta che trova diffusione online – forum negazionisti o social media – allora emerge dalle paludi dei blog cospirazionisti per essere ripresa dalla stampa, venendo così bollata da una patina di ufficialità e diventando di dominio pubblico.

In questo modo, il gioco è fatto: da tematica scientifica, che dovrebbe riguardare il benessere di tutti e suscitare un fertile dibattito sulla sua risoluzione, il cambiamento climatico diviene una scottante e divisiva questione politica, suscitando la polarizzazione dell’opinione pubblica e connotando ricerche e studiosi con giudizi di valore in base a questa o quella appartenenza politica.

 

È vero anche che è necessaria la politicizzazione del cambiamento climatico, perché è necessario che vi siano azioni concrete da parte dei governi: la discussione all'interno dell’opinione pubblica diventa allora inevitabile ed è fondamentale imparare a proteggersi dalle teorie negazioniste, ma anche cercare di dialogare con chi supporta queste congetture.

Oggi, infatti, sempre più persone credono all'esistenza del cambiamento climatico, ma le misure da attuare sono spesso impopolari, complicate da assumere e costose: chi nega il riscaldamento globale per convenienza o credulità, allora, rischia di avere dalla sua parte chi verrebbe penalizzato da queste azioni, rinforzando il bacino negazionista.

 

Capire il cambiamento climatico

Capire il cambiamento climatico: facciamo affidamento sugli scienziati

Proprio perché non abbiamo il tempo o le competenze per affrontare il lungo studio che richiede la comprensione del cambiamento climatico dobbiamo necessariamente affidarci a chi questo argomento lo approfondisce ogni giorno: scienziati, istituzioni e giornalisti scientifici.

Questo non significa, chiaramente, assorbire tutto in maniera a-critica, ma fidarci di chi analizza con metodo scientifico dati e numeri e non tira a indovinare dicendo «secondo me»: il giornalismo ambientale di qualità può essere allora la risposta ai nostri dubbi, divulgando in maniera semplice il lavoro dei ricercatori ma senza dimenticare di pubblicare e verificare le fonti, rendendo trasparente il percorso inverso e disinnescando, così, le argomentazioni complottiste.

 

Scopri il nuovo festival del giornalismo ambientale

Green Deal

Articoli correlati

Una buona notizia per l'ambiente: nel 2020 emissioni in calo, anche se a causa del Covid L’ISPRA certifica quello che tutti pensavamo: il Covid-19 ha portato a una riduzione delle emissioni, ma sarà sufficiente? Scoprilo con noi 7 gennaio 2021IL NOSTRO AMBIENTE I 5 libri sull'ambiente per regali di Natale dell'ultimo momento I libri sono un ottimo regalo di Natale, prova a stupire i tuoi amici con un libro sull’ambiente che li aiuterà a comprendere un tema sempre più attuale 23 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della montagna 2020: culla fondamentale di biodiversità L’11 dicembre di ogni anno celebriamo la giornata della montagna, per ricordarci ogni volta della sua importanza, sia per l’ecosistema che per l’uomo 10 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il giornalismo ambientale è sempre più importante: nasce un nuovo Festival a Roma Ambiente e sostenibilità sono due temi sempre più importanti e così lo è anche informarsi correttamente: ecco perché nasce il Festival del giornalismo ambientale 12 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come funziona la compensazione CO2? A cosa serve? È sostenibile? Sai cosa sono compensazione della CO2 e carbon credit? Oggi alcune aziende sono sempre più coscienti dell’impatto che hanno sull'ambiente e provano a farsene carico 8 ottobre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come prosegue la riduzione di emissioni di CO2 dopo il Coronavirus Nel periodo della quarantena c’è stata una forte riduzione delle emissioni di CO2 sia in Italia che all'estero, ma com'è la situazione adesso? Scoprilo con noi 17 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Cosa succede alla foresta amazzonica: record di incendi Cosa sta succedendo alla foresta amazzonica? Come mai continua a bruciare e cosa possiamo fare per intervenire? Scopri con noi cosa succede in Brasile 10 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE La biodiversità in Italia: un territorio ricchissimo La biodiversità in Italia è un patrimonio prezioso: tra fiumi, il Mar Mediterraneo, Alpi e Appennini, il nostro è un territorio ricco di specie animali e vegetali 27 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE Rispettare il mare: 10 comportamenti pratici in spiaggia Per continuare a godersi le giornate in spiaggia è importante rispettare il mare: segui i nostri suggerimenti per lasciare il mare pulito come l’hai trovato 6 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE 5 libri da leggere quest'estate sull'ambiente per tutti i gusti D’estate è bello leggere quei libri che durante l’anno hai dovuto accantonare: recupera il tempo perso con i nostri libri consigliati per l’estate a tema ambiente 23 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 3 hotel ecosostenibili in Italia per sfruttare il bonus vacanze Stai programmando un weekend estivo e non sai dove andare? Prova una nuova esperienza e scegli uno degli hotel ecosostenibili in Italia 9 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze ecosostenibili in Italia in bici anche con i bambini Sai già dove andare in vacanza ad agosto o a settembre? Ci pensiamo noi a suggerirti delle mete per vacanze ecosostenibili, meglio se in bicicletta 25 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata mondiale degli oceani: perché ce ne dobbiamo occupare? Celebrare la Giornata mondiale degli oceani significa fare il punto della situazione del loro inquinamento e capire come prendercene cura sempre meglio 11 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Energie rinnovabili e non rinnovabili: differenze e vantaggi Quali sono le differenze tra energie rinnovabili e non rinnovabili? Scopri con noi quali vantaggi offrono le fonti rinnovabili e perché preferirle 4 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Batteri mangia plastica: ci sono novità sul riciclo della plastica Un nuovo studio ci parla di batteri che mangiano le plastiche più inquinanti: in realtà non è il primo caso, a che punto siamo in questi studi? 30 aprile 2020IL NOSTRO AMBIENTE L'Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente Il Green Deal è stato approvato: e ora? L’Italia e gli altri paesi europei come faranno fruttare i fondi ricevuti? Scopriamo insieme le prime mosse da fare 26 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Riforestazione: notizie positive sul fronte del riscaldamento globale Come possiamo combattere il riscaldamento globale? Agendo sull'altro piatto della bilancia, con progetti di riforestazione che si rincorrono in tutto il mondo 4 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Green Deal europeo: il 2020 inizia con il patto per il clima dell’Unione Europea Con il Green Deal l’Europa diventerà il primo continente a impatto zero entro il 2050 grazie a un fondo da 100 miliardi di euro per favorire una transizione equa 22 gennaio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 4 libri da leggere a Natale (o in vacanza sulla neve) sulla sostenibilità A Natale è bello leggere un libro guardando la neve che cade…ma quali libri leggere? Scopri il nostro personale elenco di libri sulla sostenibilità perfetti per Natale 26 dicembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE Educare al rispetto dell’ambiente i bambini in modo semplice e divertente Educare i bambini al rispetto dell’ambiente è nostro compito: basta insegnare poche azioni quotidiane per fare la differenza, scopri con noi come fare 27 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile Cos’è l’agenda 2030? Scopri con ABenergie quali sono gli obiettivi proposti dall’ONU, e che cosa sta facendo l’Italia a riguardo 6 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE
LEGGI TUTTI