My ABEnergie

L'Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente

26 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE

Il Green Deal è realtà: il parlamento europeo lo ha approvato lo scorso 15 gennaio, illustrando l’indirizzo da intraprendere – basta carbone, sì economia verde e riqualificazione energetica, ripensare la mobilità – e dando una prima previsione del budget di cui i 27 paesi dell’Unione potranno usufruire grazie al Just Transition Fund. L’Italia potrà disporre di 364 milioni di euro che si prevede potranno diventare circa 4,8 miliardi, aggiungendo quanto si può realizzare da cofinanziamento e investimenti pubblici e privati.

Al centro della questione, naturalmente, sono le cifre previste ma anche la situazione di partenza di ciascuno degli stati, davvero disomogenea; questa eterogeneità si replica anche all’interno dell’Italia, basta pensare al divario tra nord e sud del Paese. I fondi, inoltre, non sono infiniti, quindi calibrare la spesa su interventi realmente utili e con ricadute virtuose sarà la vera sfida.

Approfondiamo insieme questi due punti grazie anche al dossier di Legambiente redatto proprio per suggerire gli interventi più urgenti da attuare.

L’Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente

Il Green Deal è una grande opportunità: crescere con gli investimenti europei

«Il Green Deal è una grande opportunità per il paese e per i territori più in ritardo» non ha dubbi Massimo Sabatini, nuovo direttore generale dell'agenzia per la Coesione territoriale, nonché direttore delle Politiche regionali e di coesione territoriale di Confindustria. In una chiacchierata alla trasmissione radio Alta Sostenibilità di Radio Radicale (al link l’estratto della puntata) ha analizzato in poche parole ciò che il Green Deal può significare per il Mezzogiorno. «Gli obiettivi sono migliorare il benessere delle persone e definire una strategia per la crescita efficace. Questo non può che essere condivisibile, soprattutto per il Mezzogiorno: è l’area del nostro paese che ha insieme i livelli più contenuti di benessere e maggiori esigenze di tornare su un terreno positivo di crescita». Cita poi un dato che fa ben comprendere come gli investimenti possano determinare – o meno – la rinascita di questo tessuto produttivo: «la cifra degli investimenti fissi lordi è ancora più bassa di un terzo rispetto i livelli pre-crisi del 2017. Grazie a questo piano, sarà possibile creare una grande infrastruttura verde e portare le aziende del sud in un paradigma diverso, quello dell’economia circolare».

 

Come sottolinea lo stesso Sabatini, le premesse già ci sono, non si parte proprio da zero:

  • ad esempio, già adesso il Mezzogiorno ha posizione di leadership nella produzione di energia, ed è notizia di questi giorni l’inaugurazione di un nuovo parco fotovoltaico a Porto Torres di Eni New Energy
  • il progetto REMARE, che nasce in Calabria con fondi europei, ha anticipato la legge Salvamare che consente ai pescatori di raccogliere i rifiuti in mare: un successo evidente poiché in poco meno di quattro mesi, da agosto a novembre, ha permesso la raccolta di oltre 19 tonnellate di rifiuti

L’Italia fa un primo passo: il Manifesto di Assisi

Pochi giorni dopo la notizia del Green Deal, il 24 gennaio ad Assisi è stato siglato un manifesto contro la crisi climatica condiviso da numerosi rappresentanti di istituzioni, mondo produttivo e politico italiano. Anche il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, era presente e ha commentato, segnalando delle tappe in termini di tempo di applicazione del Green Deal: «Gli stati devono capire che questa è la scommessa per il futuro. Non basta dire vogliamo uscire dalla dipendenza dal carbone nel 2050, ma abbiamo bisogno di accompagnare questo con tanti provvedimenti legislativi che la commissione si è impegnata a presentare in parlamento nei prossimi 2 anni: saranno 50 provvedimenti che avranno impatti diversi, per creare un nuovo modello di sviluppo».

Per ora, infatti, il Green Deal resta sulla carta, ma queste espressioni di intenti fanno ben sperare.

Applicare gli investimenti del Green Deal europeo: il dossier Legambiente

Come applicare gli investimenti del Green Deal europeo: il dossier Legambiente

Chi ha già voluto entrare maggiormente nel merito del discorso è Legambiente, che con il suo Dossier per il Green New Deal Italiano ha individuato 170 opere prioritarie e 11 emergenze per il territorio italiano.

L’elenco delle proposte «alla faccia delle polemiche sull’ambientalismo “del no”» come recita il comunicato stampa dell’associazione, vuole evidenziare quegli interventi da compiere già domani, opere di ogni dimensione pensate per il benessere di cittadini e territorio: guardando l’infografica si vede come sia suddiviso per Regione e per tipologia di intervento – messa in sicurezza, bonifica, energia, depurazione, mobilità, rifiuti, rigenerazione, trasporti, infrastrutture – e come quasi tutto il territorio italiano abbia bisogno di numerose azioni.

Spiccano, inoltre, le 11 emergenze, le priorità nazionali di intervento:

  1. La ricostruzione post terremoto: per citare le situazioni più problematiche basta ricordare il terremoto dell’Aquila nel 2009, del centro Italia del 2016 e Ischia 2017
  2. Il risanamento dei siti industriali inquinanti che, secondo i dati del Ministero citati da Legambiente, comprendono 171.269 ettari a terra e di 77.733 ettari a mare solo per i siti di interesse nazionale
  3. La bonifica delle discariche abusive, problema stra-noto che, oltre tutto, ci costa ogni anno 204 milioni di euro per le procedure d’infrazione dell’Unione Europea
  4. Il deposito per le scorie radioattive a media e bassa attività, strascico dell’attività del nucleare
  5. Le discariche per i rifiuti contenenti amianto
  6. Gli impianti di depurazione versano in uno stato di emergenza che comporta spreco e inquinamento dell’acqua
  7. Portare l’innovazione nei piccoli comuni che costituiscono il 70,2% dei 7.954 comuni italiani, a rischio spopolamento
  8. Rispondere in tempi veloci alle domande pendenti di condono e abbattere gli ecomostri abusivi
  9. Lo smantellamento delle piattaforme offshore non produttive
  10. Gli interventi di adattamento e riduzione del rischio idrogeologico: deve invertirsi il rapporto (oggi 1 a 4) tra spesa per la prevenzione (in media 300 milioni l’anno dal 1998 al 2018) e per riparare i danni causati dal dissesto (un miliardo all'anno in media, considerando che dal 1944 ad oggi sono stati spesi 75 miliardi di euro)
  11. I digestori anaerobici per la produzione di biometano e compost di qualità devono crescere in numero, dato che per ora ricevono solo 3 milioni di tonnellate di rifiuti organici, meno della metà di quanto prodotto; questo vale specialmente al sud, dove la raccolta differenziata deve ancora aumentare

Insomma, qui in Italia c’è tanto da fare, ma le premesse per un’applicazione ben fatta del Green Deal e, soprattutto, la gestione ottimale dei fondi sembra essere possibile grazie a un interesse generale per un cambio di passo che comporti il benessere di tutti.

 

Vuoi saperne di più?

Leggi l’articolo sul Green Deal

Green Deal

Articoli correlati

Gli e-commerce possono essere luoghi per fare acquisti sostenibili? Comprare online è sicuramente una gran comodità, ma come conciliamo il rispetto dell’ambiente? Scopri come poter fare acquisti sostenibili online 2 dicembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Covid e rifiuti: attenzione all'inquinamento da mascherine Dove buttare le mascherine? Sembra una domanda da poco, ma l’inquinamento da mascherine è un problema che sta diventando sempre più grande 11 novembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Ambiente e lunga vita: i centenari delle Blue Zone Vivere più a lungo dipende anche dall’ambiente? Se lo chiedono anche gli scienziati che studiano le blue zone, luoghi sparsi nel mondo dove vivono i centenari 7 ottobre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Le certificazioni ambientali da conoscere per acquistare sostenibile Come acquistare un prodotto sostenibile ed essere sicuri della scelta? Facendosi guidare dalle certificazioni ambientali: vediamo insieme come 30 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Inizia la settimana europea della mobilità sostenibile In questi giorni si festeggia la settimana europea della mobilità: scegliere un mezzo di trasporto sostenibile è qualcosa che riguarda anche la nostra salute 16 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE 3 cose da sapere sul Rapporto ONU sui cambiamenti climatici Con il nuovo rapporto sul clima l’ONU lancia l'allarme rosso: se non riduciamo le emissioni di CO2 sarà una catastrofe per noi e il pianeta 9 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Isole sostenibili: le isole minori italiane diventano green Il nuovo Osservatorio Isole Sostenibili è il segnale che anche le isole minori italiane si stanno attrezzando per la transizione energetica e l’adozione di un’economia circolare 19 agosto 2021IL NOSTRO AMBIENTE Libri da leggere in vacanza 2021: i nostri suggerimenti di lettura a tema ambientale Come trovare un bel libro da leggere in vacanza? Ovviamente sbriciando tra i nostri suggerimenti di libri a tema sostenibilità! 22 luglio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze sostenibili: cos'è il turismo responsabile? Tutti in vacanza quest’estate? Sì, ma scegliendo un turismo responsabile. Se non sai ancora di che si tratta, scoprilo con noi 24 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE Cos'è lo scioglimento dei ghiacciai e cosa comporta Lo scioglimento dei ghiacciai è un fenomeno che sembra ormai inarrestabile: cosa succederà? Siamo ancora in tempo per agire contro il riscaldamento globale? 10 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE L'importanza delle api: perché sono fondamentali per il nostro ecosistema Le api sono importanti per il nostro ecosistema: in poche parole, garantiscono la biodiversità e l’esistenza di intere coltivazioni, per non parlare del miele! 27 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE La raccolta differenziata in Italia e lo sviluppo sostenibile: siamo un’economia davvero circolare? A che punto siamo in Italia con la raccolta differenziata? Scopriamo insieme quanti rifiuti produciamo e quanto siamo diventati bravi a riutilizzarli 6 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della Terra: qualche consiglio per festeggiarla con noi Come sta il nostro pianeta? Da questa riflessione è nata la Giornata della Terra, il momento giusto per impegnarsi in qualche piccolo cambiamento a favore dell’ambiente 22 aprile 2021IL NOSTRO AMBIENTE Foreste gestite in maniera sostenibile: scopri la certificazione PEFC Foreste gestite in maniera intelligente e lungimirante, capaci anche di portare benefici economici al territorio: ecco cosa tratta la certificazione PEFC 4 marzo 2021IL NOSTRO AMBIENTE La lunga storia del dissesto idrogeologico in Italia forse è al capitolo finale Il dissesto idrogeologico in Italia sta per diventare un brutto ricordo: grazie ai fondi europei la programmazione delle opere necessarie diventerà presto realtà 4 febbraio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Una buona notizia per l'ambiente: nel 2020 emissioni in calo, anche se a causa del Covid L’ISPRA certifica quello che tutti pensavamo: il Covid-19 ha portato a una riduzione delle emissioni, ma sarà sufficiente? Scoprilo con noi 7 gennaio 2021IL NOSTRO AMBIENTE I 5 libri sull'ambiente per regali di Natale dell'ultimo momento I libri sono un ottimo regalo di Natale, prova a stupire i tuoi amici con un libro sull’ambiente che li aiuterà a comprendere un tema sempre più attuale 23 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della montagna 2020: culla fondamentale di biodiversità L’11 dicembre di ogni anno celebriamo la giornata della montagna, per ricordarci ogni volta della sua importanza, sia per l’ecosistema che per l’uomo 10 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il cambiamento climatico è reale? Attenzione alla disinformazione Il cambiamento climatico è reale? In troppi ancora pensano che non esista, negando i cambiamenti che ormai vediamo. Scopriamo insieme cosa sta succedendo 26 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il giornalismo ambientale è sempre più importante: nasce un nuovo Festival a Roma Ambiente e sostenibilità sono due temi sempre più importanti e così lo è anche informarsi correttamente: ecco perché nasce il Festival del giornalismo ambientale 12 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come funziona la compensazione CO2? A cosa serve? È sostenibile? Sai cosa sono compensazione della CO2 e carbon credit? Oggi alcune aziende sono sempre più coscienti dell’impatto che hanno sull'ambiente e provano a farsene carico 8 ottobre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come prosegue la riduzione di emissioni di CO2 dopo il Coronavirus Nel periodo della quarantena c’è stata una forte riduzione delle emissioni di CO2 sia in Italia che all'estero, ma com'è la situazione adesso? Scoprilo con noi 17 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Cosa succede alla foresta amazzonica: record di incendi Cosa sta succedendo alla foresta amazzonica? Come mai continua a bruciare e cosa possiamo fare per intervenire? Scopri con noi cosa succede in Brasile 10 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE La biodiversità in Italia: un territorio ricchissimo La biodiversità in Italia è un patrimonio prezioso: tra fiumi, il Mar Mediterraneo, Alpi e Appennini, il nostro è un territorio ricco di specie animali e vegetali 27 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE Rispettare il mare: 10 comportamenti pratici in spiaggia Per continuare a godersi le giornate in spiaggia è importante rispettare il mare: segui i nostri suggerimenti per lasciare il mare pulito come l’hai trovato 6 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE 5 libri da leggere quest'estate sull'ambiente per tutti i gusti D’estate è bello leggere quei libri che durante l’anno hai dovuto accantonare: recupera il tempo perso con i nostri libri consigliati per l’estate a tema ambiente 23 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 3 hotel ecosostenibili in Italia per sfruttare il bonus vacanze Stai programmando un weekend estivo e non sai dove andare? Prova una nuova esperienza e scegli uno degli hotel ecosostenibili in Italia 9 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze ecosostenibili in Italia in bici anche con i bambini Sai già dove andare in vacanza ad agosto o a settembre? Ci pensiamo noi a suggerirti delle mete per vacanze ecosostenibili, meglio se in bicicletta 25 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata mondiale degli oceani: perché ce ne dobbiamo occupare? Celebrare la Giornata mondiale degli oceani significa fare il punto della situazione del loro inquinamento e capire come prendercene cura sempre meglio 11 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Energie rinnovabili e non rinnovabili: differenze e vantaggi Quali sono le differenze tra energie rinnovabili e non rinnovabili? Scopri con noi quali vantaggi offrono le fonti rinnovabili e perché preferirle 4 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Batteri mangia plastica: ci sono novità sul riciclo della plastica Un nuovo studio ci parla di batteri che mangiano le plastiche più inquinanti: in realtà non è il primo caso, a che punto siamo in questi studi? 30 aprile 2020IL NOSTRO AMBIENTE Riforestazione: notizie positive sul fronte del riscaldamento globale Come possiamo combattere il riscaldamento globale? Agendo sull'altro piatto della bilancia, con progetti di riforestazione che si rincorrono in tutto il mondo 4 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Green Deal europeo: il 2020 inizia con il patto per il clima dell’Unione Europea Con il Green Deal l’Europa diventerà il primo continente a impatto zero entro il 2050 grazie a un fondo da 100 miliardi di euro per favorire una transizione equa 22 gennaio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 4 libri da leggere a Natale (o in vacanza sulla neve) sulla sostenibilità A Natale è bello leggere un libro guardando la neve che cade…ma quali libri leggere? Scopri il nostro personale elenco di libri sulla sostenibilità perfetti per Natale 26 dicembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE Educare al rispetto dell’ambiente i bambini in modo semplice e divertente Educare i bambini al rispetto dell’ambiente è nostro compito: basta insegnare poche azioni quotidiane per fare la differenza, scopri con noi come fare 27 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile Cos’è l’agenda 2030? Scopri con ABenergie quali sono gli obiettivi proposti dall’ONU, e che cosa sta facendo l’Italia a riguardo 6 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE
LEGGI TUTTI