My ABEnergie

I treni a idrogeno verde arrivano anche in Italia

14 ottobre 2021NUOVE ENERGIE

Transizione energetica, trasporti green e idrogeno pulito: cosa unisce tutti questi elementi? I nuovissimi treni a idrogeno, che calcheranno le nostre ferrovie già dal 2023, pronti a sostituire dei vecchi convogli diesel e a trasportarci verso il prossimo futuro della mobilità sostenibile. Uno tra gli ambiziosi obiettivi del Green Deal e, adesso, anche del PNRR qui in Italia, è infatti quello di migliorare il trasporto pubblico sia locale che a lunga percorrenza: tanto è importante per dare un futuro sostenibile delle nostre città che questo tema è stato al centro della settimana europea della mobilità sostenibile di quest’anno.

I treni a idrogeno verde arrivano anche in Italia

 

Come funzionano i treni a idrogeno? E perché parliamo di idrogeno verde?

I treni a idrogeno arrivano finalmente anche da noi in Italia, ma perché c’è tutto questo entusiasmo dietro un annuncio del genere?

La grande novità sta nel fatto che l’impatto ambientale di un treno a idrogeno verde è pari a zero e, in più, consente di sostituire i convogli alimentati a diesel che viaggiano sulle vecchie tratte non elettrificate, dove quindi è necessario utilizzare mezzi che generino l’energia necessaria a bordo del treno.

I treni che arriveranno in Valcamonica sono i Coradia iLint della Alstom, prodotti in Germania su modello di uno dei treni più utilizzati, dove saranno in uso già dal 2022: la sua velocità massima è di 140 chilometri orari con un’autonomia di 1.000 chilometri di percorrenza; in quanto a capienza raggiunge i 300 passeggeri, suddivisi in 150 posti a sedere e altrettanti in piedi.

 

Il Coradia iLint è a trazione elettrica: ciò che cambia è come viene prodotta questa energia, in questo caso non più utilizzando il diesel come combustibile ma grazie a una cella a combustibile a idrogeno. In sostanza, in questa cella avviene la combinazione dell’idrogeno con l’ossigeno dell’aria esterna: la reazione crea energia e, come prodotto di scarto, soltanto un mix di vapore acqueo e acqua di condensa, non generando in alcun modo né particolato né anidride carbonica.

 

L’idrogeno utilizzato da questa tipologia di treno è definito «idrogeno verde» perché la sua produzione avviene in maniera totalmente sostenibile, senza emissioni di anidride carbonica: l’idrogeno – che non si trova mai libero in natura – viene estratto dall’acqua grazie all’energia elettrica prodotta da una centrale alimentata da energie rinnovabili.

Nel caso italiano ci sarà un mix di due tipologie di produzione: inizialmente verrà realizzato un impianto a «idrogeno blu» nell’area del deposito di Trenord a Iseo, ma entro il 2025 saranno inoltre realizzati uno o due ulteriori impianti di produzione e distribuzione di «idrogeno verde» lungo il tracciato della ferrovia, lungo la Val Camonica. In ogni caso, l’impatto ambientale sarà comunque zero, poiché la produzione di «idrogeno blu» prevede la sua formazione a partire dagli scarti dei combustibili fossili con cattura e stoccaggio della CO2 prodotta, senza quindi rilasciarla in atmosfera.

 

Sai già cosa prevede il PNRR in fatto di transizione energetica?

Scoprilo con noi

 

I treni a idrogeno in Italia fanno la prima fermata sul lago d’Iseo

I treni a idrogeno in Italia fanno la prima fermata sul lago d’Iseo

La ferrovia della Val Camonica, come abbiamo detto poco sopra, sarà la prima in Italia a vedere l’utilizzo di sei treni a idrogeno verde, con la possibilità di allargare poi il parco con altri otto mezzi, affidati alla gestione di Trenord.

Marco Piuri, amministratore delegato di Trenord e direttore generale di FNM, festeggia con entusiasmo l’avvento di questa rivoluzione e vede già un futuro green per le ferrovie italiane, per le quali questo può fare da progetto-pilota: «il progetto H2Iseo di Trenord e Gruppo FNM, che prevede già nel 2024 l'ingresso in servizio dei primi treni a idrogeno sui 100km non elettrificati della linea Brescia-Iseo-Edolo, farà della mobilità il traino del processo di transizione energetica ed ecologica dando vita a una filiera dell'idrogeno in questa che diventerà la prima Hydrogen Valley italiana».

 

L’idea, infatti, è che l’introduzione dei treni a idrogeno verde faccia da traino per un circolo virtuoso della sostenibilità, favorendo lo sviluppo di una vera e propria filiera dell'idrogeno, da estendere anche al resto della mobilità - ad esempio anche su gomma - e a tutti i tracciati italiani non elettrificati, che contano ancora 4.717 km.

Partire da questo territorio, però, ha un’ulteriore valenza: non solo la Val Camonica ben si presta alla nascita o alla riconversione di centrali idroelettriche per la produzione del carbonio, ma è anche uno degli snodi ferroviari e turistici che sarà centrale durante le Olimpiadi di Milano e Cortina 2026.

Un futuro sostenibile per le nostri reti ferroviarie sembra davvero alle porte, grazie anche ai treni a idrogeno verde: le condizioni per creare un distretto dell’idrogeno ci sono, non resta che aspettare il 2023 per poter fare un giro su questi nuovi treni alla scoperta di una zona meravigliosa d’Italia.

 

Scopri di più sulle fonti rinnovabili di energia,

un tassello importante per il nostro futuro energetico

Mobilità sostenibile

Articoli correlati

Crimson Solar Project in California e l'energia rinnovabile negli USA Prende il via il nuovo progetto di una centrale solare in California: anche gli USA si stanno muovendo verso un mondo a energia rinnovabile e pulita 4 novembre 2021NUOVE ENERGIE Tutto quello che c'è da sapere sulla crisi energetica attuale La crisi energetica attuale sta comportando dei rincari delle bollette per tutti, ma il problema è ben più esteso: approfondiamo insieme cosa sta succedendo 21 ottobre 2021NUOVE ENERGIE Smart Working e bollette: difendersi dai rincari di ottobre Uno dei pochi lati negativi dello Smart Working è l’aumento dei consumi e quindi del costo delle bollette, ma attenzione soprattutto ai rincari legati ai prezzi delle materie prime 2 settembre 2021NUOVE ENERGIE I Bitcoin e l'inquinamento: anche il mondo digitale crea emissioni Bitcoin e gas serra ti sembrano due argomenti molto distanti? In realtà per alimentare la rete bitcoin è necessaria una grande produzione di energia e così inquinamento 5 agosto 2021NUOVE ENERGIE I batteri restauratori ripuliscono i marmi di Michelangelo Grazie alle biotecnologie oggi sappiamo utilizzare i batteri in maniera mai vista: l’ultima notizia è dei batteri restauratori, ma ci sono anche batteri perfetti per aiutare il pianeta 8 luglio 2021NUOVE ENERGIE La nuova bellezza passa dal packaging sostenibile e dallo shampoo solido Uno stile di vita sostenibile passa anche dal packaging dei prodotti che usiamo quotidianamente: ecco perché lo shampoo solido è il simbolo della rivoluzione del mondo beauty 15 aprile 2021NUOVE ENERGIE Nuove etichette energetiche e diritto alla riparazione per gli elettrodomestici Stop all’obsolescenza programmata con le nuove etichette energetiche: l’UE mette sotto la sua lente gli elettrodomestici per dire basta all’usa e getta 1 aprile 2021NUOVE ENERGIE Energia solare nel deserto: una scommessa tutta da vincere E se riuscissimo a utilizzare l’energia solare del deserto, cosa succederebbe? In tanti ci hanno pensato e sono fioriti diversi progetti: scopriamoli insieme 25 marzo 2021NUOVE ENERGIE La tecnologia a servizio della salute: la telemedicina è il futuro della sanità? Monitorare i pazienti direttamente a casa loro: la telemedicina è il mezzo per una rivoluzione dell’assistenza medica a distanza. Interessante, vero? 28 gennaio 2021NUOVE ENERGIE La transizione energetica in Italia: dall'agenda 2030 al progetto di Terna Passare a un’energia pulita, attuare la decarbonizzazione deve essere un obiettivo primario: oggi scopriamo l’esempio di Terna che ha avviato la transizione energetica 14 gennaio 2021NUOVE ENERGIE Energia solare: vantaggi e svantaggi di questa energia rinnovabile Come si sfrutta l’energia solare, una delle principali tipologie di energia rinnovabile? E come funzionano i pannelli fotovoltaici? Scoprilo con noi 17 dicembre 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare sul riscaldamento e sull'energia d'inverno Ridurre le bollette e conservare un bel tepore in casa nei freddi mesi invernali, chi non lo vorrebbe? Scopri con noi come risparmiare sul riscaldamento in inverno 3 dicembre 2020NUOVE ENERGIE La raccolta differenziata e i suoi vantaggi: perché fa bene a noi e al pianeta Ormai la raccolta differenziata è diventata un’abitudine, ma ci ricordiamo come mai è meglio dividere i rifiuti? Scopri con noi tutti i vantaggi della differenziata 29 ottobre 2020NUOVE ENERGIE Energia idroelettrica: la potenza dell'acqua al nostro servizio Scopri con noi cos’è l’energia idroelettrica e come l’uomo la sfrutta da decenni per produrre energia pulita: tutta la potenza dell’acqua per noi 20 agosto 2020NUOVE ENERGIE Come migliorare l'efficienza energetica di casa e sfruttare il decreto rilancio Migliorare l’efficienza energetica di casa conviene a te e all'ambiente: ecco cosa puoi fare per migliorare le prestazioni energetiche e sfruttare il decreto rilancio 16 luglio 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare con il condizionatore per bollette leggere anche d'estate Come risparmiare con il condizionatore quando fuori casa fa caldissimo? Leggi il nostro post e scopri i consigli per usare il condizionatore al meglio e risparmiare 18 giugno 2020NUOVE ENERGIE Come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio Vuoi sapere se puoi beneficiare del nuovo ecobonus e sismabonus ma ti è poco chiaro? Scopri con noi come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio 21 maggio 2020NUOVE ENERGIE Cos'è l'architettura ecosostenibile e come applicarla nelle nostre case Forse non ci hai mai pensato, ma anche la tua casa può essere ecologica. Come? Con l’architettura ecosostenibile: scopri con noi qualche esempio da cui trarre ispirazione 14 maggio 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare energia elettrica: i consigli (e un aiuto) di ABenergie Leggi il nostro decalogo di azioni pratiche e semplici per risparmiare energia elettrica in casa, consumando meno e risparmiando denaro 23 aprile 2020NUOVE ENERGIE Tariffa monoraria o bioraria, oppure trioraria: quale conviene? Tariffa monoraria o bioraria, oppure ancora trioraria: scegliere sembra complicato, ma non lo è. Leggi il nostro post per capire quale tariffa ti conviene di più 5 marzo 2020NUOVE ENERGIE Auto elettriche pro e contro: sono davvero ecologiche? Prima di acquistare un’auto elettrica ci sono molti aspetti da considerare. Scopri con noi tutti i pro e contro dell’auto elettrica 12 febbraio 2020NUOVE ENERGIE Ecobonus 2020 e detrazioni fiscali: iniziamo l'anno all'insegna della riqualificazione Nella nuova legge di bilancio, ecobonus e detrazioni fiscali per le aziende sono rinnovate anche per il 2020. Come funzionano? Ecco tutte le informazioni pratiche 15 gennaio 2020NUOVE ENERGIE Energia eolica: vantaggi e svantaggi di questa fonte rinnovabile Si sente sempre parlare di quanto l’eolico possa funzionare in Italia, ma è vero? Quali vantaggi e svantaggi comporta questa forma di energia pulita? 4 dicembre 2019NUOVE ENERGIE
LEGGI TUTTI