My ABEnergie

Tariffa monoraria o bioraria, oppure trioraria: quale conviene?

5 marzo 2020NUOVE ENERGIE

Per la mia casa, sarà meglio scegliere una tariffa monoraria o bioraria? Cosa cambia? No, non siamo impazziti, stiamo parlando di tariffe dell’energia elettrica. A chi non piacerebbe, infatti, risparmiare sulla bolletta? Capire la composizione dei costi dell’energia e quali sono le alternative a nostra disposizione è sicuramente il primo passo per poter risparmiare: vedremo insieme, infatti, che non c’è una scelta univoca valida per chiunque, ma esistono diverse opzioni più o meno convenienti a seconda del nostro stile di vita.

Tariffa monoraria o bioraria?

Il mercato libero e le diverse tariffe: come orientarsi

Iniziamo con una panoramica sul mercato dell’energia elettrica: ancora non tutti sanno che dai primi anni 2000, con vari passaggi, si è arrivati a una progressiva liberalizzazione che sarà compiuta e definitiva nel 2022 (a meno di altri rinvii, come è già avvenuto quest’anno). Questo significa che ognuno di noi può scegliere a quale distributore riferirsi per la fornitura di luce e gas e, soprattutto, a quali condizioni. L’ennesimo rinvio, pur limitando i possibili risparmi degli utenti, ha almeno avuto il merito di riaccendere la luce sulla questione: «l'introduzione della concorrenza alla fine degli anni Novanta - come ha commentato l’AGCM (puoi leggere l’articolo di Repubblica del 21/02/20 in merito) - è ancora monca proprio perché manca l'ultimo tassello: la piena liberalizzazione del mercato. Solo in questo modo (e solo se i clienti saranno pienamente informati) le famiglie potranno godere di apprezzabili riduzioni di spesa per i consumi energetici, migliore efficienza del servizio e diffusione dei servizi innovativi».

I numeri diffusi dall’Autorità per l’energia (ARERA), d’altro canto parlano chiaro: ad aver lasciato la maggior tutela nel 2018, per quanto riguarda l’elettricità, sono solo il 46,5% dei clienti domestici (circa 13,7 milioni) ma già il 59,1% delle piccole imprese (circa 4,1 milioni). Per quanto riguarda il gas, invece, a dicembre 2018 sul libero si trovava il 50% dei domestici.

Insomma, dopo tutti questi anni passati a prepare il passaggio al mercato libero, gli utenti sono ancora poco informati delle possibilità che hanno.

 

Scopri le nostre offerte per l’energia della tua casa

Tariffa monoraria o bioraria, oppure trioraria: come scegliere la migliore per noi?

Ma veniamo al succo del nostro discorso: come già immaginerai, per risparmiare veramente sulla bolletta di casa bisogna saper scegliere tra le tante offerte del mercato libero.

Il primo grande scoglio è capire la differenza tra tariffa monoraria, bioraria e trioraria, detta anche a fasce orarie, una delle novità introdotte dal libero mercato.

  1. Tariffa monoraria: come suggerisce il nome, si tratta di un unico prezzo valido per tutta la giornata, senza distinzione di orari. È la più semplice da gestire dato che il prezzo non cambia mai, ma la facilità di comprensione della bolletta non dovrebbe frenarti dall’esaminare tutte le proposte; un conto, infatti, è se la casa è abitata e utilizzata tutto il giorno, ma molto spesso si esce al mattino e si rientra la sera in settimana e la si vive maggiormente nel weekend.
  2. Tariffa bioraria: si tratta di una tariffa che prevede due diverse fasce orarie a cui corrispondono due prezzi differenti per il consumo di energia. Questo tipo di tariffa è stata introdotta nel 2010 per migliorare l’efficienza del sistema elettrico e poter aumentare il costo dell’energia quando la sua richiesta è maggiore: per l’utente finale questo significa, però, poter risparmiare consumando energia in maniera intelligente, utilizzando elettrodomestici con maggior richiesta energetica (tra tutti, la lavatrice) nelle fasce serali o nel weekend
  3. Tariffa trioraria: è una delle novità introdotte con l’avvento del libero mercato. Dato che il costo dell’energia all’ingrosso fluttua in base ai picchi di utilizzo, la scelta di frammentare le fasce orarie di costo è stata pensata nell’ottica di favorire ulteriormente i clienti che consumano energia solo nei momenti della giornata in cui aziende e, soprattutto, fabbriche ne fanno un uso minore.

Ma queste fasce orarie dell’energia, quali sono?

  • F1: le ore di punta, cioè da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 19.00
  • F2: da lunedì a venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00; il sabato dalle 7.00 alle 23.00
  • F3: da lunedì a sabato dalle 23.00 alle 7.00; la domenica e i giorni festivi tutta la giornata

Tariffa monoraria o bioraria: come scegliereCon queste informazioni in mano, diventa più semplice capire quale tariffa – monoraria, bioraria o trioraria – ci conviene: come dicevamo in apertura, infatti, dipende dal nostro stile di vita. In casa c’è solo una coppia giovane, che esce presto la mattina e rientra per cena, vivendo la casa nel weekend? Oppure siete una famiglia che tra lavoro e figli a scuola lascia la casa vuota la mattina, ma si anima nel pomeriggio e si riempie la sera? Ecco che le tariffe bioraria e trioraria sono le più interessanti; al contrario, se la casa è vissuta intensamente con elettrodomestici che viaggiano a pieno regime tutto il giorno, forse le fasce di consumo non saranno la scelta migliore, perché non si potrà usufruire dei vantaggi legati al risparmio, ma sarà più utile scegliere una tariffa monoraria - anche se questo caso è sempre meno frequente nella nostra esperienza.

 

Scegliere tra un fornitore un altro, poi, non è solo questione di prezzi: due aspetti fin troppo sottovalutati sono la qualità del servizio offerto e la coerenza con i valori del fornitore. Sempre più persone preferiscono cambiare contratto e fornitore non solo per il prezzo concorrenziale, ma per le condizioni contrattuali vantaggiose, la possibilità di rivolgersi a un consulente sul territorio - e non solo a un numero di telefono - e una maggior trasparenza e facilità di gestione dei rapporti. Ancora, siamo in un’epoca in cui la coscienza collettiva si sta risvegliando e non è più possibile ignorare la forte spinta etica che ha invaso anche il mondo del commercio: scegliere un fornitore di energia solleva tante questioni, dalla sostenibilità al risparmio energetico all’impatto ambientale; questi temi, per le persone più attente e sensibili, peseranno almeno quanto il prezzo nella scelta del distributore a cui rivolgersi.

 

Scopri le nostre offerte per luce e gas

e trova quella perfetta per le tue esigenze

Risparmio

Articoli correlati

Energia idroelettrica: la potenza dell'acqua al nostro servizio Scopri con noi cos’è l’energia idroelettrica e come l’uomo la sfrutta da decenni per produrre energia pulita: tutta la potenza dell’acqua per noi 20 agosto 2020NUOVE ENERGIE Come migliorare l'efficienza energetica di casa e sfruttare il decreto rilancio Migliorare l’efficienza energetica di casa conviene a te e all'ambiente: ecco cosa puoi fare per migliorare le prestazioni energetiche e sfruttare il decreto rilancio 16 luglio 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare con il condizionatore per bollette leggere anche d'estate Come risparmiare con il condizionatore quando fuori casa fa caldissimo? Leggi il nostro post e scopri i consigli per usare il condizionatore al meglio e risparmiare 18 giugno 2020NUOVE ENERGIE Come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio Vuoi sapere se puoi beneficiare del nuovo ecobonus e sismabonus ma ti è poco chiaro? Scopri con noi come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio 21 maggio 2020NUOVE ENERGIE Cos'è l'architettura ecosostenibile e come applicarla nelle nostre case Forse non ci hai mai pensato, ma anche la tua casa può essere ecologica. Come? Con l’architettura ecosostenibile: scopri con noi qualche esempio da cui trarre ispirazione 14 maggio 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare energia elettrica: i consigli (e un aiuto) di ABenergie Leggi il nostro decalogo di azioni pratiche e semplici per risparmiare energia elettrica in casa, consumando meno e risparmiando denaro 23 aprile 2020NUOVE ENERGIE Auto elettriche pro e contro: sono davvero ecologiche? Prima di acquistare un’auto elettrica ci sono molti aspetti da considerare. Scopri con noi tutti i pro e contro dell’auto elettrica 12 febbraio 2020NUOVE ENERGIE Ecobonus 2020 e detrazioni fiscali: iniziamo l'anno all'insegna della riqualificazione Nella nuova legge di bilancio, ecobonus e detrazioni fiscali per le aziende sono rinnovate anche per il 2020. Come funzionano? Ecco tutte le informazioni pratiche 15 gennaio 2020NUOVE ENERGIE Energia eolica: vantaggi e svantaggi di questa fonte rinnovabile Si sente sempre parlare di quanto l’eolico possa funzionare in Italia, ma è vero? Quali vantaggi e svantaggi comporta questa forma di energia pulita? 4 dicembre 2019NUOVE ENERGIE
LEGGI TUTTI