My ABEnergie

Cos'è l'architettura ecosostenibile e come applicarla nelle nostre case

14 maggio 2020NUOVE ENERGIE

Architettura ecosostenibile, ecodesign, architettura ambientale…ne sentiamo parlare sempre di più: il tema della sostenibilità è finalmente arrivato a conquistare il palcoscenico anche del settore delle costruzioni, proponendo una nuova concezione dell’architettura che sappia rispondere alle nuove esigenze di vita, integrando sempre più la casa – nostro nido – con il contesto e l’ambiente. Già i più famosi architetti, come il nostrano Stefano Boeri, si sono cimentati in progetti ad alto tasso di innovazione e sostenibilità; certo, non tutti possiamo scegliere una casa da archistar, ma possiamo verificare come è costruita la casa in cui stiamo per andare ad abitare: in fondo all’articolo trovate, proprio per questo motivo, qualche nostro consiglio per capire cosa rende una casa ecosostenibile.

Architettura ecosostenibile

Architettura sostenibile: di cosa si tratta?

Disegnare e realizzare edifici secondo l’architettura sostenibile significa soddisfare al meglio le richieste dei committenti sfruttando tutte le possibilità offerte dalle nuove tecnologie, facendo il miglior uso delle materie prime impiegate cercando di inserire il nuovo edificio in armonia con il contesto in cui si trova e con l’ambiente in generale.

In questa nuova concezione – che arriva a sfiorare quella di Smart City, con cui si intreccia nell’ambito delle costruzioni – i ritmi di vita, la salute, la qualità della vita in generale, le risorse naturali e l’energia impiegata sono elementi considerati sullo stesso piano: gli spazi, i materiali e il loro uso sono ridefiniti e così l’idea di casa.

 

Certo, tante volte un edificio verde viene presentato come sostenibile solo perché è decorato con piante rampicanti o perché il legno è utilizzato per i rivestimenti: in questi casi si tratta soltanto di un tentativo maldestro di cavalcare il nuovo modo di sentire, per tingere di verde anche il settore delle costruzioni e cercare così di aumentare il valore percepito degli edifici.

 

Hai già sentito parlare di greenwashing?

Leggi il nostro articolo per saperne di più

Architettura sostenibile nasce dalla bioedilizia degli anni 70

Da dove nasce: la bioedilizia degli anni ‘70

All’inizio l’architettura sostenibile era poco più che un’utopia avveniristica: ciò di cui parliamo oggi deriva dalla prima idea di bioedilizia (Baubiologie in tedesco), un nuovo modo di pensare la costruzione di case sicure e salubri nato negli anni Settanta in Germania.

Ancora il concetto di sostenibilità non era stato formulato, ma già si comprendeva bene come un migliore rapporto uomo-natura dovesse essere promosso anche attraverso case salubri e compatibili con il pianeta.

 

Si pensava che utilizzare materiali naturali, eliminando il consumo di energia – o limitandolo moltissimo – fossero le due chiavi di volta per costruire la casa migliore possibile.

Oggi questo concetto si è evoluto nell’idea di architettura sostenibile, che non punta più a eliminare il consumo di energia, ma a migliorarlo, ponendo attenzione soprattutto all’utilizzo di energia ottenuta da fonti rinnovabili: una casa a impatto zero non deve consumare «zero energia», ma deve riceverla e spenderla in modo rispettoso dell’ambiente.

 

Il punto nodale, infatti, è diventato quello di creare case a «impatto zero»: molti esempi di architettura sostenibile considerano l’approvvigionamento misto di energia, sia alimentando l’edificio con pannelli solari sia scegliendo fornitori di energia da fonte rinnovabile, mettendo in atto poi tutte le accortezze per rendere la costruzione meno energivora possibile:

  • costruendo ad esempio in legno, materiale con proprietà isolanti e traspiranti
  • scegliendo isolanti naturali, come il sughero o la lana di roccia
  • valutando attentamente l’esposizione al sole, tinteggiando in modo appropriato interni ed esterni e scegliendo infissi di alta qualità, in modo da limitare la dispersione del calore
  • installando un sistema domotico che monitori i consumi e aiuti a risparmiare energia
  • dando nuovo spazio al verde, che può compensare una parte delle emissioni e, soprattutto, garantire un’ottima qualità di vita

 

Noi di ABenergie crediamo da sempre nella sostenibilità

La nostra energia è 100% rinnovabile: scopri cosa significa

Architettura ecosostenibile secondo gli archistar

L’architettura sostenibile degli archistar: il Bosco Verticale di Boeri

L’esempio che a tutti viene in mente, appena si parla di architettura sostenibile, è il Bosco Verticale di Milano: le due famosissime torri sono ormai simbolo della nuova Milano, in attesa che diventi una Smart City vera e propria. Progettato da Stefano Boeri e premiato nel 2014 come grattacielo più innovativo al mondo, questo complesso ha stupito soprattutto per l’approccio rivoluzionario: le torri sono pensate per essere casa non solo per gli umani, ma anche per volatili e insetti, creando un nucleo ad alta biodiversità anche in una città come Milano.

 

Le caratteristica preminente delle torri, come salta subito all’occhio, sono i grandi balconi pieni di verde: sono sfalsati tra loro in modo da permettere la crescita senza ostacoli degli alberi di taglia maggiore, anche lungo tre piani dell’edificio. Aspetto singolare è la manutenzione del verde condominiale: i fabbisogni delle piante sono monitorati da un impianto a sonde controllato digitalmente da remoto, mentre l’acqua necessaria è attinta per la maggior parte dal filtraggio degli scarichi grigi delle torri; sono invece dei giardinieri-alpinisti a garantire la potatura delle piante, scalando l’edificio con tecniche da alpinisti appunto.

Ecco che anche qui la sostenibilità non è rifiuto della tecnologia, ma un suo impiego intelligente per tendere all’unico obiettivo di una costruzione perfettamente integrata nel contesto e con l’ambiente.

Cosa possiamo cercare in una casa di nuova costruzione nelle nostre città

Forse non saranno di grande impatto come quelli di Boeri, ma i nuovi edifici che stanno nascendo nelle varie città italiane non hanno molto da invidiare in tema di sostenibilità. La clientela sempre più esigente e, soprattutto, consapevole non considera più solo posizione e metri quadri per decidere in quale casa abitare, ma i parametri si sono allargati fino a includere quelli che definiscono l’architettura sostenibile:

  • materiali naturali
  • efficienza energetica
  • riduzione consumi
  • uso di energie rinnovabili

Queste quattro caratteristiche sono sempre più facili da verificare nei nuovi edifici e anche le proposte si stanno naturalmente dirigendo verso questa direzione: per chi cerca una nuova casa, ottenere un’abitazione sostenibile è più semplice del previsto ormai.

Il nostro suggerimento in più

Scegli energia da fonti rinnovabili, come la nostra

Ecodesign

Articoli correlati

Come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio Vuoi sapere se puoi beneficiare del nuovo ecobonus e sismabonus ma ti è poco chiaro? Scopri con noi come funziona l'ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio 21 maggio 2020NUOVE ENERGIE Come risparmiare energia elettrica: i consigli (e un aiuto) di ABenergie Leggi il nostro decalogo di azioni pratiche e semplici per risparmiare energia elettrica in casa, consumando meno e risparmiando denaro 23 aprile 2020NUOVE ENERGIE Tariffa monoraria o bioraria, oppure trioraria: quale conviene? Tariffa monoraria o bioraria, oppure ancora trioraria: scegliere sembra complicato, ma non lo è. Leggi il nostro post per capire quale tariffa ti conviene di più 5 marzo 2020NUOVE ENERGIE Auto elettriche pro e contro: sono davvero ecologiche? Prima di acquistare un’auto elettrica ci sono molti aspetti da considerare. Scopri con noi tutti i pro e contro dell’auto elettrica 12 febbraio 2020NUOVE ENERGIE Ecobonus 2020 e detrazioni fiscali: iniziamo l'anno all'insegna della riqualificazione Nella nuova legge di bilancio, ecobonus e detrazioni fiscali per le aziende sono rinnovate anche per il 2020. Come funzionano? Ecco tutte le informazioni pratiche 15 gennaio 2020NUOVE ENERGIE Energia eolica: vantaggi e svantaggi di questa fonte rinnovabile Si sente sempre parlare di quanto l’eolico possa funzionare in Italia, ma è vero? Quali vantaggi e svantaggi comporta questa forma di energia pulita? 4 dicembre 2019NUOVE ENERGIE
LEGGI TUTTI