My ABEnergie

Batteri mangia plastica: ci sono novità sul riciclo della plastica

30 aprile 2020IL NOSTRO AMBIENTE

Un batterio che «mangia» una delle plastiche più difficili da smaltire, il poliuretano: ecco la scoperta del team di ricercatori europei, pubblicata a fine marzo 2020, che potrebbe dare uno sprint importante nel gestire nel modo migliore i rifiuti di plastica, «mangiati» e degradati dai batteri in modo tale da renderti riutilizzabili anziché semplicemente lasciati a inquinare (o recuperati tramite processi chimici). Insomma, un avanzamento davvero rilevante nella lotta ai rifiuti di plastica, ma che deve essere ancora perfezionata perché sia utilizzabile su larga scala. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Batteri mangia plastica

I batteri mangia plastica: degradare il poliuretano per riciclarlo

Il problema di gestire i rifiuti di plastica, limitandoli o riutilizzandoli, è uno dei temi più caldi e importanti del nostro tempo: la plastica è un ottimo materiale, durevole e resistente, ma proprio per questo la sua degradazione è lentissima nel tempo, e certe volte anche un processo inquinante.

 

Utilizzare i batteri, allora, potrebbe essere un’ottima soluzione per portare la plastica a un livello di degradazione tale da essere pronta per il riciclo o per produrre altri oggetti in plastica. Il gruppo di ricerca composto da numerosi biologi e biotecnologi, appartenenti al Centro Helmholtz per la ricerca ambientale, per la ricerca sulle infezione e all’accademia delle tecnologie di Friburgo, ha lavorato nel quadro del progetto dell’Unione Europea «From Plastic Waste to Plastic Value using Pseudomonas putida» il cui scopo è trasformare i rifiuti di plastica non sostenibili in plastica biodegradabile attraverso le trasformazione biologica, cioè attraverso l’impiego di batteri, piccoli organismi viventi che possono essere spinti a usare la plastica come fonte di energia, come cibo in poche parole. (Puoi leggere l’intera pubblicazione sulla rivista Frontiers in Microbiology)

 

Il gruppo si è concentrato sui poliuretani, polimeri di plastica utilizzati come schiume e materiale isolante: hanno isolato il batterio Pseudomonas sp. TDA1 a partire da un sito ricco di fragili rifiuti di plastica e questo si è dimostrato in grado di sopravvivere e proliferare in ambiente dove gli unici nutrimenti fossero le pastiche; per sopravvivere, quindi, il batterio è diventato in grado di rompere i legami chimici che compongono il poliuretano.

 

Come riporta questo articolo di Repubblica, Hermann Heipieper del Centro Helmholtz per la ricerca ambientale-UFZ di Lipsia in Germania, portavoce del team, afferma che: «Potrebbe essere un piccolo passo verso la risoluzione di uno dei problemi più complessi che minacciano la salute della Terra. I batteri possono utilizzare questi composti come unica fonte di carbonio, azoto ed energia e rappresentano un incentivo importante nel riutilizzo di prodotti di difficile smaltimento». In dieci anni potrebbe essere possibile usare il batterio su larga scala, ma il processo da affrontare è appena agli inizi, perciò nel frattempo rimane fondamentale diminuire la quantità di plastica nell’ambiente e limitare l’uso di quella non riciclabile.

 

Ridurre la plastica monouso è un impegno importante

Leggi perché in Stop alla plastica monouso

Batteri mangia plastica non sono novità

I batteri mangia plastica non sono una novità: tutte le altre scoperte dei biologi

Questa scoperta non è però la prima che tratta di batteri e plastica: altri importanti ricerche avevano dimostrato come degli organismi siano in grado di digerire alcuni tipi di plastica, degradandola in parte o del tutto.

Anche il PET si può degradare: una studentessa sul palco del TED

Sempre riguardo al polimero PET si era concentrata nel 2016 una giovane ricercatrice, Morgan Vague, studentessa di biologia presso il Reed College in Oregon. Come racconta con grande semplicità in un TED Talk tutto da vedere, la ricercatrice ha messo a «dieta forzata di plastica PET» alcuni tipi di batteri, per verificare se qualcuno di questi sopravvivesse e proliferasse. La ricercatrice sottolinea anche che questi batteri sono selezionati attraverso un processo naturale - sopravvivono quelli che imparano a usare la plastica come nutrimento - non li ha modificati in alcun modo: proprio per questo, però, si tratta di un processo molto lento e, come per il batterio che mangia il poliuretano, ci vorrà molto lavoro prima che diventi un sistema applicabile su larga scala.

 

 

La scoperta, per caso, della PETasi

Nel 2018 un gruppo di ricerca ha scoperto un enzima mutante in grado di digerire il PET, una delle plastiche più utilizzate in assoluto – quella di bottiglie e contenitori, per capirci. In realtà questo enizima - Ideonella sakaiensis soprannominata PETasi - è un organismo già noto dal 2016, individuato in una discarica di rifiuti in Giappone dove ha, per così dire, imparato a mangiare la plastica. Proprio per questa sua capacità, un team di ricercatori britannici dell'Università di Portsmouth e statunitensi del Laboratorio Nazionale delle Energie Rinnovabili ne stava studiando la struttura molecolare: alterando questo enzima al fine di studiarlo con più facilità, hanno ottenuto un risultato decisamente inatteso: il batterio è diventato più efficace e veloce del 20% nel digerire la plastica. (Puoi leggere la pubblicazione sulla rivista PNAS - Proceedings of the National Academy of Science of the United States of America.)

 

Ancora una volta, c’è ancora molto lavoro da fare prima di poter usare questo enzima sui nostri rifiuti, ma la buona notizia è che questo, pur non degradando del tutto il PET, è in grado di scindere il polimero fino ai componenti base della plastica, rendendola riutilizzabile: significa – almeno in teoria - che non avremo più bisogno di recuperare altro petrolio e, di conseguenza, potremo ridurre la quantità di plastica nell’ambiente.

Forse i batteri mangia plastica non saranno la soluzione definitiva ai problemi di inquinamento, ma potrebbero dare un importante contributo: non sarebbe male gettare i rifiuti in una struttura piena di batteri che li degradano per noi, no?

 

Nel frattempo, possiamo usare la bioplastica

Una soluzione che è già realtà

Plastica

Articoli correlati

Gli e-commerce possono essere luoghi per fare acquisti sostenibili? Comprare online è sicuramente una gran comodità, ma come conciliamo il rispetto dell’ambiente? Scopri come poter fare acquisti sostenibili online 2 dicembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Covid e rifiuti: attenzione all'inquinamento da mascherine Dove buttare le mascherine? Sembra una domanda da poco, ma l’inquinamento da mascherine è un problema che sta diventando sempre più grande 11 novembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Ambiente e lunga vita: i centenari delle Blue Zone Vivere più a lungo dipende anche dall’ambiente? Se lo chiedono anche gli scienziati che studiano le blue zone, luoghi sparsi nel mondo dove vivono i centenari 7 ottobre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Le certificazioni ambientali da conoscere per acquistare sostenibile Come acquistare un prodotto sostenibile ed essere sicuri della scelta? Facendosi guidare dalle certificazioni ambientali: vediamo insieme come 30 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Inizia la settimana europea della mobilità sostenibile In questi giorni si festeggia la settimana europea della mobilità: scegliere un mezzo di trasporto sostenibile è qualcosa che riguarda anche la nostra salute 16 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE 3 cose da sapere sul Rapporto ONU sui cambiamenti climatici Con il nuovo rapporto sul clima l’ONU lancia l'allarme rosso: se non riduciamo le emissioni di CO2 sarà una catastrofe per noi e il pianeta 9 settembre 2021IL NOSTRO AMBIENTE Isole sostenibili: le isole minori italiane diventano green Il nuovo Osservatorio Isole Sostenibili è il segnale che anche le isole minori italiane si stanno attrezzando per la transizione energetica e l’adozione di un’economia circolare 19 agosto 2021IL NOSTRO AMBIENTE Libri da leggere in vacanza 2021: i nostri suggerimenti di lettura a tema ambientale Come trovare un bel libro da leggere in vacanza? Ovviamente sbriciando tra i nostri suggerimenti di libri a tema sostenibilità! 22 luglio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze sostenibili: cos'è il turismo responsabile? Tutti in vacanza quest’estate? Sì, ma scegliendo un turismo responsabile. Se non sai ancora di che si tratta, scoprilo con noi 24 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE Cos'è lo scioglimento dei ghiacciai e cosa comporta Lo scioglimento dei ghiacciai è un fenomeno che sembra ormai inarrestabile: cosa succederà? Siamo ancora in tempo per agire contro il riscaldamento globale? 10 giugno 2021IL NOSTRO AMBIENTE L'importanza delle api: perché sono fondamentali per il nostro ecosistema Le api sono importanti per il nostro ecosistema: in poche parole, garantiscono la biodiversità e l’esistenza di intere coltivazioni, per non parlare del miele! 27 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE La raccolta differenziata in Italia e lo sviluppo sostenibile: siamo un’economia davvero circolare? A che punto siamo in Italia con la raccolta differenziata? Scopriamo insieme quanti rifiuti produciamo e quanto siamo diventati bravi a riutilizzarli 6 maggio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della Terra: qualche consiglio per festeggiarla con noi Come sta il nostro pianeta? Da questa riflessione è nata la Giornata della Terra, il momento giusto per impegnarsi in qualche piccolo cambiamento a favore dell’ambiente 22 aprile 2021IL NOSTRO AMBIENTE Foreste gestite in maniera sostenibile: scopri la certificazione PEFC Foreste gestite in maniera intelligente e lungimirante, capaci anche di portare benefici economici al territorio: ecco cosa tratta la certificazione PEFC 4 marzo 2021IL NOSTRO AMBIENTE La lunga storia del dissesto idrogeologico in Italia forse è al capitolo finale Il dissesto idrogeologico in Italia sta per diventare un brutto ricordo: grazie ai fondi europei la programmazione delle opere necessarie diventerà presto realtà 4 febbraio 2021IL NOSTRO AMBIENTE Una buona notizia per l'ambiente: nel 2020 emissioni in calo, anche se a causa del Covid L’ISPRA certifica quello che tutti pensavamo: il Covid-19 ha portato a una riduzione delle emissioni, ma sarà sufficiente? Scoprilo con noi 7 gennaio 2021IL NOSTRO AMBIENTE I 5 libri sull'ambiente per regali di Natale dell'ultimo momento I libri sono un ottimo regalo di Natale, prova a stupire i tuoi amici con un libro sull’ambiente che li aiuterà a comprendere un tema sempre più attuale 23 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata della montagna 2020: culla fondamentale di biodiversità L’11 dicembre di ogni anno celebriamo la giornata della montagna, per ricordarci ogni volta della sua importanza, sia per l’ecosistema che per l’uomo 10 dicembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il cambiamento climatico è reale? Attenzione alla disinformazione Il cambiamento climatico è reale? In troppi ancora pensano che non esista, negando i cambiamenti che ormai vediamo. Scopriamo insieme cosa sta succedendo 26 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Il giornalismo ambientale è sempre più importante: nasce un nuovo Festival a Roma Ambiente e sostenibilità sono due temi sempre più importanti e così lo è anche informarsi correttamente: ecco perché nasce il Festival del giornalismo ambientale 12 novembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come funziona la compensazione CO2? A cosa serve? È sostenibile? Sai cosa sono compensazione della CO2 e carbon credit? Oggi alcune aziende sono sempre più coscienti dell’impatto che hanno sull'ambiente e provano a farsene carico 8 ottobre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Come prosegue la riduzione di emissioni di CO2 dopo il Coronavirus Nel periodo della quarantena c’è stata una forte riduzione delle emissioni di CO2 sia in Italia che all'estero, ma com'è la situazione adesso? Scoprilo con noi 17 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE Cosa succede alla foresta amazzonica: record di incendi Cosa sta succedendo alla foresta amazzonica? Come mai continua a bruciare e cosa possiamo fare per intervenire? Scopri con noi cosa succede in Brasile 10 settembre 2020IL NOSTRO AMBIENTE La biodiversità in Italia: un territorio ricchissimo La biodiversità in Italia è un patrimonio prezioso: tra fiumi, il Mar Mediterraneo, Alpi e Appennini, il nostro è un territorio ricco di specie animali e vegetali 27 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE Rispettare il mare: 10 comportamenti pratici in spiaggia Per continuare a godersi le giornate in spiaggia è importante rispettare il mare: segui i nostri suggerimenti per lasciare il mare pulito come l’hai trovato 6 agosto 2020IL NOSTRO AMBIENTE 5 libri da leggere quest'estate sull'ambiente per tutti i gusti D’estate è bello leggere quei libri che durante l’anno hai dovuto accantonare: recupera il tempo perso con i nostri libri consigliati per l’estate a tema ambiente 23 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 3 hotel ecosostenibili in Italia per sfruttare il bonus vacanze Stai programmando un weekend estivo e non sai dove andare? Prova una nuova esperienza e scegli uno degli hotel ecosostenibili in Italia 9 luglio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Vacanze ecosostenibili in Italia in bici anche con i bambini Sai già dove andare in vacanza ad agosto o a settembre? Ci pensiamo noi a suggerirti delle mete per vacanze ecosostenibili, meglio se in bicicletta 25 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Giornata mondiale degli oceani: perché ce ne dobbiamo occupare? Celebrare la Giornata mondiale degli oceani significa fare il punto della situazione del loro inquinamento e capire come prendercene cura sempre meglio 11 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE Energie rinnovabili e non rinnovabili: differenze e vantaggi Quali sono le differenze tra energie rinnovabili e non rinnovabili? Scopri con noi quali vantaggi offrono le fonti rinnovabili e perché preferirle 4 giugno 2020IL NOSTRO AMBIENTE L'Italia alle prese con il Green Deal e il dossier di Legambiente Il Green Deal è stato approvato: e ora? L’Italia e gli altri paesi europei come faranno fruttare i fondi ricevuti? Scopriamo insieme le prime mosse da fare 26 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Riforestazione: notizie positive sul fronte del riscaldamento globale Come possiamo combattere il riscaldamento globale? Agendo sull'altro piatto della bilancia, con progetti di riforestazione che si rincorrono in tutto il mondo 4 febbraio 2020IL NOSTRO AMBIENTE Green Deal europeo: il 2020 inizia con il patto per il clima dell’Unione Europea Con il Green Deal l’Europa diventerà il primo continente a impatto zero entro il 2050 grazie a un fondo da 100 miliardi di euro per favorire una transizione equa 22 gennaio 2020IL NOSTRO AMBIENTE 4 libri da leggere a Natale (o in vacanza sulla neve) sulla sostenibilità A Natale è bello leggere un libro guardando la neve che cade…ma quali libri leggere? Scopri il nostro personale elenco di libri sulla sostenibilità perfetti per Natale 26 dicembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE Educare al rispetto dell’ambiente i bambini in modo semplice e divertente Educare i bambini al rispetto dell’ambiente è nostro compito: basta insegnare poche azioni quotidiane per fare la differenza, scopri con noi come fare 27 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile Cos’è l’agenda 2030? Scopri con ABenergie quali sono gli obiettivi proposti dall’ONU, e che cosa sta facendo l’Italia a riguardo 6 novembre 2019IL NOSTRO AMBIENTE
LEGGI TUTTI